Daniela Tisi( M5S): il legame affettivo con Osimo

3' di lettura 01/03/2018 - Con Osimo ho un legame affettivo particolarmente forte: è la città che ci ha sostenuto in un momento difficile. Dopo le scosse del 2016 i capolavori artistici dei Musei danneggiati dal sisma hanno trovato riparo nelle stanze di Palazzo Campana, custodite, restaurate e valorizzate in una mostra unica nel suo genere, tanto da ottenere il riconoscimento al valore dell’operazione da parte del Presidente della Repubblica.

La comunità osimana ci ha dimostrato tutta la sua vicinanza in una gara di solidarietà straordinaria. Durante questo periodo ho imparato a conoscere questa città ricca di cultura, di arte, di storia e di tradizioni.

Ho visto la straordinaria capacità degli osimani di fare squadra: siamo andati avanti nonostante le critiche ricevute e le difficoltà incontrate. E’ così che la mostra “Capolavori Sibillini – l’arte dei luoghi feriti dal sisma” è diventata una bella storia di grande civiltà, che ha varcato i confini regionali non solo per la valenza artistica, ma anche per la sua valenza civica.

E’ stato grazie al lavoro di squadra che siamo riusciti a mettere in sicurezza il nostro patrimonio artistico ed a mantenere viva la memoria e la cultura di quei luoghi feriti dal sisma. Per questo motivo sento il dovere di rivolgere un grazie sincero ad Osimo e agli osimani, senza i quali tutto ciò non si sarebbe potuto realizzare ed è per questo che ho accettato con orgoglio la candidatura nel collegio osimano, sperando di avere la possibilità di offrire le mie competenze e la mia professionalità al servizio di una comunità alla quale sono profondamente legata

. Ora occorre lavorare affinché le opere possano presto tornare nei luoghi di origine, impegnandoci a ricostruire quelle comunità ferite, custodi di un sapere antico, lasciate troppo tempo senza voce. Nessuna regione è stata colpita al cuore del patrimonio artistico come le Marche.

Stiamo vivendo un momento storico particolare; il sisma che ha scosso le Marche e le regioni del centro Italia ci costringe a fare una profonda riflessione: va cambiato totalmente il nostro modo di gestire i nostri territori.

Va cambiato il modo di fare prevenzione, di gestire l’emergenza, di individuare compiti e responsabilità con strumenti duttili e veloci. Semplificare e snellire le pratiche per la ricostruzione è allo stesso tempo fondamentale, e non deve pregiudicare quel rispetto delle regole che rimane un presupposto della vita civile.

Serve una governance diretta sul territorio, che permetta ai marchigiani di attuare i provvedimenti opportuni, ai tecnici di esprimere le proprie competenze ed ai sindaci di lavorare come vorrebbero e dovrebbero.

Fare sistema, condivisione, è una questione di scelte, di partecipazione, di volontà politica: puntare sulla rinascita delle Marche e sulle sue eccellenze territoriali significa lanciare una nuova epoca ed offrire al Paese un nuovo modello di gestione virtuosa e competente dei propri territori.

Oggi siamo chiamati a giocare una partita importante, quella che ci vede tutti protagonisti: ricostruire e far rinascere la nostra Regione, le Marche!


Daniela Tisi candidata nel collegio uninominale di Macerata/Osimo per il Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati





Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 01-03-2018 alle 08:59 sul giornale del 02 marzo 2018 - 169 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, Movimento 5 Stelle, Movimento 5 Stelle Osimo, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aSa8





logoEV