Prosegue con grande successo la rassegna "Incontro con i maestri"

3' di lettura 16/03/2018 - Abbiamo incontrato questa mattina una persona che ha fatto tanto nella vita e che ha ancora tanto da dare: il Sig. Garbini. L’imprenditore ha accettato l’invito di incontrare i ragazzi delle medie, perché come noi, crede molto nel potenziale dei giovani , nostro futuro e speranza e che molto possono ancora fare per evitare gli sbagli fatti da chi li ha preceduti.

Sappiamo quanto possono fare, quali sono le loro potenzialità e per questo ci impegniamo tutti:genitori, professori, educatori per far emergere in ognuno la “missione” aiutandoli a scoprire la passione che è in ognuno di loro anche offrendo l’opportunità di incontrare esempi importanti che raccontano la loro vita, percorso, delusioni,sogni e vittorie.

Oggi il Sig. Garbini, un imprenditore marchigiano del settore agricolo molto conosciuto ed apprezzato ha presentato la sua nuova sfida: il Progetto ARCA, una società che promuove l’agricoltura per la rigenerazione controllata dell’ambiente, delle colture e culture. Nel suo progetto, che porta aventi insieme agli imprenditori marchigiani Fileni e Loccioni, ha coinvolto Istituzioni, agronomi, giovani ricercatori,associazioni e tutti quelli che hanno a cuore il nostro territorio, per diffondere nuovi metodi per un’agricoltura più attenta alla rigenerazione del suolo, alla salute di tutti e ad una sostenibilità economica.

Per questo si batte per valorizzare e sviluppare il nostro territorio, così ricco di sapere antico e pronto ad accogliere le nuove sfide per uno sviluppo sostenibile.

Ma tutti ci dobbiamo credere, noi adulti per primi, ma soprattutto i ragazzi che devono sempre più essere consapevoli del valore e delle potenzialità che ha la terra, la nostra terra, le nostre colline, le nostre montagne ed il nostro mare.

Con questi incontri che hanno già visto la partecipazione di manager internazionali del Gruppo Nike, Mattel, di avvocati, imprenditori e nei prossimi mesi famosi artisti e sportivi ci auguriamo di aiutare i nostri ragazzi a saper riconoscere la loro vocazione e a far emergere una scintilla che potenzialmente porterà un’energia nuova per il loro futuro . Non un’astratta evocazione del passato, ma una concreta delineazione di un possibile lavoro .

Sappiamo quanto sia difficile pensare ad un futuro in questo momento per i ragazzi, quanti dubbi e perplessità li affliggono, ma non possiamo non dare loro esempi positivi ed aiutarli a trovare in loro la forza di seguire le loro aspirazioni.

Abbiamo così iniziato questo percorso invitando a Scuola degli amici che come noi credono nell’importanza di una buona formazione ma altrettanto nell’importanza di buoni esempi da seguire, nello spirito di impresa, nella generosità e nel fare bene il proprio lavoro.

Tutti esempi di persone semplici, benché famose ed affermate, che si sono formate con impegno e tanta umiltà. Che hanno creduto nel proprio talento, per quello si sono battuti ed hanno fatto scelte, sacrifici, rinunce fino ad ottenere ottimi risultati. Non perdendo mai di vista i valori fondamentali e mettendosi sempre a disposizione degli altri e donando tanto anche facendo bene il proprio “mestiere”!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2018 alle 10:42 sul giornale del 17 marzo 2018 - 200 letture

In questo articolo si parla di scuola, cultura, macerata, Istituto San Giuseppe di Macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aSIn





logoEV