Marocchini aggrediscono poliziotti durante un controllo, arrestati

2' di lettura 29/03/2018 - Continuano i controlli a tappeto della Polizia di Stato a Macerata, così come avviene aramai da oltre un mese, con l’arrivo del Questore Dr. Antonio PIGNATARO, con l’obiettivo di assicurare la massima legalità e la massima sicurezza nel territorio provinciale.

In tale ottica, al fine di raggiungere l’obiettivo, anche questa mattina sono stati predisposti servizi finalizzati in particolare a debellare i fenomeni connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti e al contrasto dell’immigrazione clandestina nella nostra provincia. Sono state intensificate le attività di prevenzione e di controllo del territorio anche in vista delle festività pasquali e sono state impiegate numerose pattuglie soprattutto nei luoghi di aggregazione come giardini Diaz, Terminal bus, centri commeriali, locali pubblici frequentati da giovani, nonché presso i parcheggi dei supermercati della città, in questi giorni particolarmente affollati.

Nel corso di un controllo effettuato in zona Collevario, gli agenti hanno proceduto all’identificazione di due extracomunitari che sostavano davanti ad un supermercato in prossimita’ del deposito dei carrelli. Nella circostanza i due, rispettivamente di 28 e 33 anni di origini nigeriane, da subito visibilmente insofferenti al controllo, si rifiutavano di esibire i propri documenti scappando subito dopo al fine di sottrarsi al controllo. Inseguiti a piedi dai poliziotti, gli stessi venivano raggiunti dopo qualche centinaio di metri. I due soggetti hanno reagito violentemente, aggredendo un funzionario di Polizia ed un sott’ufficiale a cui venivano sferrati calci e pugni. Il funzionario è stato colpito da un pugno al volto. I due poliziotti sono stati feriti e dopo le cure del pronto soccorso, hanno avuto una prognosi di alcuni giorni.

Per i fatti accaduti i due individui sono stati arrestati per i reati di violenza e lesioni al personale della Polizia di Stato e condotti in Questura per l’ identificazione. Dai ricontri di Polizia effettuati è emerso che uno dei due, ovvero il 28enne, è recidivo perché già condannato in passato per gli stessi reati.






Questo è un articolo pubblicato il 29-03-2018 alle 20:41 sul giornale del 30 marzo 2018 - 220 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aTab





logoEV
logoEV
logoEV