Tolentino: torna il premio Consalvatico

13/07/2018 - Torna a Tolentino il Premio Colsalvatico: “L’umorismo, un modo di guardare la realtà” Ideato e promosso, dal 2002, dal Circolo Culturale “Tullio Colsalvatico” di Tolentino Unione di fotografia e scrittura per divertirsi e raccontare la realtà facendo sorridere. Aperto a tutti. Premi di 700, 500 e 300 €.

Dopo la forzata interruzione del 2016, torna il Premio Colsalvatico su “L’Umorismo, un modo di guardare la realtà” in una forma totalmente nuova ed originale che vede l’unione della fotografia con la scrittura.

Al fondo una domanda che forse è una sfida: si può parlare di umorismo di fronte ad una realtà ferita, come è quella dei nostri paesi che presentano evidenti ed ancora immutate ferite e crepe del terremoto? Si può parlare di umorismo nella vita che presenta per ognuno ferite e crepe? Non essendo l’umorismo un modo per estraniarsi, per “far finta che…”, ma “un modo di guardare la realtà”.

Sabato 21 luglio prossimo, con una sorta di ex-tempore dell’umorismo, i partecipanti, residenti o viaggiatori, dovranno girare nelle strade dei nostri paesi (da Tolentino a quelli dell’entroterra) guardare volti, paesaggi, situazioni, muri… e fissare questo sguardo scattando delle fotografie (cinque), unendo poi – avendo tempo fino alla mattina della domenica - ad esse un breve scritto (massimo 3000 battute – per regolarsi: una pagina circa), producendo “racconti illustrati” o “immagini raccontate”, che, avendo divertito l’autore, siano capaci di suscitare il sorriso nei lettori.

Una sfida aperta e accessibile a tutti, non solo a scrittori o fotografi provetti (chi scrive e scatta le fotografie possono essere anche persone diverse, che partecipano insieme): gruppi di amici che ne fanno l’occasione di una piccola gita insieme, residenti che vogliono porre l’attenzione su qualche aspetto della loro vita, della loro via, negozianti, artigiani che vogliono “presentare” la loro specifica attività… Un invito a rendere pubblica, e magari a scoprire, la propria capacità di sorridere di ciò che viviamo e vediamo. L’umorismo che non è derisione, ma modo di guardare la realtà, appunto. “Venite a sorridere con noi, non a ridere di noi!”

Una Giuria tecnica (che sarà resa nota nei prossimi giorni) selezionerà gli scritti con fotografie, consegnati/inviati entro la mattina di domenica 22, da sottoporre alla Giuria del pubblico che interverrà nella serata stessa della premiazione (domenica 22 luglio, piazza della Libertà, Tolentino), contribuendo a determinare la classifica dei vincitori a cui verrà assegnato un premio in denaro (700, 500 e 300 €).

Nella serata di premiazione, la lettura e proiezione dei lavori selezionati sarà animata dal gruppo “Lu Trainanà” che proporrà un percorso nella tradizione marchigiana attraverso l’ironia di musiche e canti popolari, confermando sostanzialmente il tema del Premio Colsalvatico. Una presenza molto interessante sia per la passione di Marco Meo (fondatore del gruppo) e dei suoi amici, suscitata dalla scoperta della vita ed umanità insita nella tradizione. Ma anche per la spinta che hanno dato al loro lavoro, nonostante il terremoto in cui hanno perduto sede, sala prove e strumenti, decisi a “non permettere a nessuno, nemmeno un evento terribile come il terremoto, di cancellare la nostra identità.”

Il ringraziamento va all’Aministrazione Comunale per il suo Patrocicio e contributo economico e tecnico. Anche altre realtà (Gruppo Gravina, Systematica, Itici) hanno assicurato il proprio sostegno all’iniziativa. Le iscrizioni al Premio Colsalvatico, sono aperte fino alla mattina stessa del 21 luglio, presso la sede in p.za Mauruzi, 12 – Tolentino.

Il Bando è reperibile su www.colsalvatico.it.

Per ogni informazione: 3290833095, 3920669348







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2018 alle 15:34 sul giornale del 14 luglio 2018 - 226 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWzN