contatore accessi free

Treia: la Compagnia Italiana di Operette torna al Teatro Comunale

2' di lettura 25/10/2018 - Sarà il Teatro Comunale di Treia la dimora artistica della storica Compagnia Italiana di Operette consolidando una collaborazione reciproca che già da anni unisce le due realtà.

La celebre Compagnia, giunta al sessantacinquesimo anno di attività, aprirà ufficialmente la sua tournée nel prezioso gioiello del borgo di Treia il 7 dicembre per poi proseguire con una lunga serie di spettacoli nei principali teatri di città come Torino, Milano, Firenze, Roma, Ascoli Piceno, Lecce, solo per citarne alcuni.

L’allestimento degli spettacoli al Teatro Comunale, con intense giornate di preparazione tra scenografie, prove costume, luci e audio, si terrà nelle prossime settimane e metterà in scena La Vedova Allegra, Il Paese dei Campanelli e Scugnizza. Sarà proprio quest’ultima operetta di Mario Costa proposta in due atti e ispirata ai costumi e tradizioni partenopee, ad aprire il sipario del Teatro di Treia il prossimo dicembre, con la regia di Gianpaolo Mai e gli interpreti principali Riccardo Sarti che sarà Chic, Clementina Regina nei panni della giovane e spensierata Salomè, Vincenzo Tremante che sarà lo scugnizzo Totò e Claudio Pinto il ricco vedovo Toby Gutter. La regia della Vedova Allegra di Franz Lèhar è invece curata da Flavio Trevisan, regista di straordinario successo, conteso dai più grandi teatri italiani e stranieri e i cui meriti artistici gli hanno consentito persino la citazione nell’Enciclopedia Musicale Sonzogno. In questa operetta il personaggio di Hanna Glawary sarà interpretato da Clementina Regina, Njegus da Claudio Pinto e il Conte Danilo Danilowitsch da Massimiliano Costantino. Il Paese dei Campanelli di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, la cui regia è affidata a Emanuele Gamba, sarà interpretato da Claudio Pinto che sarà La Gaffe, Clementina Regina sarà Bon Bon e Massimiliano Costantino sarà invece Hans. Le coreografie delle tre operette saranno a cura di Monica Emmi, la direzione musicale di Maurizio Bogliolo e i costumi di Eugenio Girardi.

<<Sta per aprirsi una nuova stagione teatrale – ha dichiarato Maria Teresa Nania, titolare di Nania Spettacolo e produttrice per la Compagnia – che nel contempo diviene anche un presidio territoriale a favore di una politica di sviluppo culturale e sociale. Siamo orgogliosi di aver ottenuto a Treia la residenza artistica della nostra Compagnia grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale e siamo certi di soddisfare e sorprendere le aspettative del nostro pubblico>>.

La Compagnia Italiana di Operette vanta un ricco bagaglio di esperienze con performance che hanno coinvolto più di mille artisti, per un numero complessivo di tredicimila spettacoli e nove milioni di spettatori.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2018 alle 09:53 sul giornale del 26 ottobre 2018 - 244 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, treia, Comune di Treia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aZKG





logoEV
logoEV