contatore accessi free

Individuato e bloccato ladro pluripregiudicato "in trasferta" in città

polizia uscita delle volanti 2' di lettura 27/02/2019 - Nel pomeriggio del 13 febbraio scorso, su segnalazione dell’impiegata di un negozio “Compro Oro” sito in città, sono state diramate le ricerche di un giovane che poco prima aveva cercato di rubare alcuni oggetti preziosi ed era stato inseguito per un certo tempo dalla stessa commessa.

Le ricerche effettuate in zona avevano dato esito negativo e pertanto era stata subito avviata una attività di indagine partendo dalle dichiarazioni della commessa.

Poco prima, mentre si trovava sola nel locale, si era presentato un ragazzo che le aveva chiesto di visionare alcuni gioielli in esposizione in una vetrinetta sita all’interno del locale. Ad un certo punto l’individuo le ha consegnato una sua catenina da lucidare ed approfittando del fatto che lei, per compiere l’operazione, si è recata nel retro del negozio, pensando quindi di non essere visto, ha aperto la vetrinetta ed ha arraffato un crocefisso ed un anello in oro e granate che lestamente si è infilato in una tasca dei pantaloni.

L’azione però non è sfuggita ad una dipendente del negozio che, avendo osservato le mosse dell’uomo attraverso il vetro della parete divisoria del retrobottega, gli ha subito intimato di restituire il maltolto. Il ragazzo ha però respinto le accuse cercando di convincerla di non aver preso nulla. Per nulla persuasa, rilevando la mancanza dalla vetrinetta di alcuni monili e notando il rigonfiamento sospetto della tasca sinistra dei pantaloni indossati dal giovane, la commessa ha preteso che la svuotasse. Sebbene recalcitrante, l’individuo ha preso dalla tasca solo l’anello in oro e lo ha consegnato alla ragazza, la quale, accorgendosi però che dalla tasca sporgeva il cartellino del prezzo di un altro gioiello, lo ha afferrato e tirato, sfilando il crocefisso in oro che lei stessa aveva recuperato.

L’uomo è quindi uscito in fretta dal negozio facendo perdere le proprie tracce. Sulla base degli elementi raccolti, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico diretto dal Commissario Capo Gabriele Di Giuseppe, attraverso minuziose verifiche effettuate anche presso le strutture ricettive della città, sono riusciti ad individuare l’albergo dove l’uomo aveva dormito la sera precedente e che aveva lasciato pochi minuti prima riferendo agli addetti alla struttura che aveva avuto improvvise esigenze familiari. Gli agenti, ritenendo fondato il pericolo che l’uomo stesse cercando di lasciare in fretta la città, si sono recati velocemente presso la stazione ferroviaria dove hanno rintracciato il soggetto, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, mentre era in attesa di un treno in partenza per Fabriano.

Il giovane, di origini siciliane e domiciliato in Umbria, è stato condotto in Questura, sottoposto ai rilievi fotosegnaletici e quindi denunciato in stato di libertà per il tentato furto presso il negozio “Compro Oro” di oggetti per un valore di circa 1000 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2019 alle 16:16 sul giornale del 28 febbraio 2019 - 201 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, macerata, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/a4Jr