Tolentino: videosorveglianza, si sta ultimando l'installazione sulle principali vie d'accesso alla città

3' di lettura 27/04/2019 - Tra le priorità dell’Amministrazione comunale Pezzanesi rivestono particolare importanza le azioni di prevenzione e di contrasto alle forme di illegalità presenti sul territorio ed in particolare nelle aree considerate più a rischio come ad esempio i siti a vocazione turistica, plessi scolastici, siti istituzionali, insediamenti di senza fissa dimora, locali notturni, zone dove si pratica l’abusivismo commerciale, vie d’accesso alla città.

Non meno importante l’attività di controllo per favorire il rispetto del decoro urbano, per prevenire e reprimere gli atti di teppismo e vandalismo e l’attività di controllo continuo e costante volto a contrastare qualsiasi forma di attività illegale nel territorio comunale.

L’Assessorato alla Sicurezza, già negli scorsi anni, ha avviato un articolato progetto che ha consentito di istallare in diversi punti del territorio, apparecchiature per la videosorveglianza. A seguito della nuova normativa in materia di sicurezza delle città, grazie anche al “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” sottoscritto con il Prefetto di Macerata che indica gli obiettivi di prevenzione e contrasto della criminalità anche attraverso l’istallazione di sistemi di videosorveglianza, è stato possibile accedere ai finanziamenti necessari per implementare il già articolato sistema di videocamere che vigilano su molteplici punti di Tolentino.

In questi giorni si stanno ultimando le operazioni di installazione di nuove telecamere che consentono un costante monitoraggio sulle principali vie d’accesso alla città, specie agli svincoli della superstrada.

Infatti il nuovo sistema di videosorveglianza implementa quello esiste con nuove telecamere montate nella zona della rotonda dell’Oasi, in zona industriale Le Grazie, allo svincolo di Tolentino Ovest, sulla strada provinciale per san Severino marche, in viale Terme Santa Lucia, allo svincolo della superstrada Tolentino Sud, alla Stazione ferroviaria, alla rotatoria tra via Boccalini, viale Benadduci, e via Lucentini, tra via Tambroni e via Parisani e alla rotatoria di piazzale Europa.

Per l’istallazione di queste nuove telecamere sono stati spesi circa 48 mila euro di cui la metà è stata finanziata con il bilancio comunale e la seconda metà con un cofinanziamento della legge nazionale sulla “Sicurezza” dal Ministero degli Interni.

L’Assessore alla Sicurezza, Decentramento e Polizia Locale Giovanni Gabrielli ha espresso la sua personale soddisfazione perché, al di là delle contingenze del sisma, il progetto di "rilevamento transiti e telecamere di videosorveglianza", ogni anno è stato implementato al fine di monitorare in maniera sempre più capillare il territorio di Tolentino. E’ nostra intenzione – scrive - anche nel 2020 utilizzare parte dei proventi provenienti dalle sanzioni del codice della strada per aggiornare il sistema in essere con tecnologie sempre più performanti per una maggiore sicurezza del territorio.

Il principio della sicurezza per la videosorveglianza pubblica che si sta approntando come comune di Tolentino di concerto con la Prefettura di Macerata e gli altri comuni, è quello di conseguire un sistema di rilevamento transiti che permettono il monitoraggio dei veicoli che circolano non solo sul territorio comunale, ma anche nei comuni limitrofi. Questo verrà conseguito grazie ad una convenzione normata che sarà stipulata con tutti i comuni che hanno la stessa tecnologia a partire dal comune capofila, Macerata. A seguito dell'unificazione dei sistemi, anche il Comune di Tolentino seguirà il percorso affrontato dal Comune di Macerata per il collegamento al "Servizio nazionale rilevamento transiti veicoli segnalati (SCNTT)" del Ministero dell'Interno. Proprio per questo motivo, nei giorni scorsi, insieme al Comandante della Polizia Locale, Davide Rocchetti l’Assessore ha partecipato ad un convegno, dove si sono creati tutti i presupposti per l'integrazione dei sistemi, affinché il progetto sia realizzato in breve tempo.

Una volta che il progetto sarà realizzato, questo sistema di continuità territoriale che coinvolgerà una intera provincia, sarà il primo in Italia, con doppia soddisfazione dell'Assessore Giovanni Gabrielli, che all'inizio del suo incarico già nel 2012 auspicava un progetto di continuità territoriale proprio come quello che a breve si andrà a normare.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2019 alle 16:38 sul giornale del 29 aprile 2019 - 211 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino, videosorveglianza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6Sb





logoEV