contatore accessi free

Giornata mondiale del Rifugiato 2019: un incontro agli Orti per anziani

2' di lettura 16/06/2019 - Una terra fiorisce perché nutrita da tante mani, tradizioni e popoli è lo slogan che accompagna l’iniziativa del Comune di Macerata per la Giornata mondiale del Rifugiato 2019 promossa in collaborazione con il Gus, l’Auser provinciale, il Centro di ascolto e di prima accoglienza della Caritas, l’ufficio SPRAR/Siproimi e Macerata Musei.

La Giornata Mondiale del Rifugiato si celebra il 20 giugno ed è stata istituita dall’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite il4 dicembre 2000in vista del cinquantennale della convenzione di Ginevra relativa allo status di rifugiato (1951). Prima di allora era ricordata solo in alcuni Paesi africani. Nel 2001 l’Organizzazione per l’Unità Africana (OUA) accettò che la giornata mondiale coincidesse con quella africana, celebrata il 20 giugno.

“La Giornata Mondiale del Rifugiato – interviene l’assessore alle Politiche sociali, Marika Marcolini - è un’occasione per comunicare e diffondere il diritto di asilo, la condizione in Italia e le storie di richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale, nonché le esperienze territoriali di accoglienza. Con la celebrazione della Giornata Mondiale del Rifugiato si ha infatti l’opportunità di sensibilizzare sul tema illustrando le attività che si svolgono in città in favore dei richiedenti asilo”.

L’iniziativa di Macerata, organizzata dell’assessorato alle Politiche sociali del Comune per celebrare la Giornata del Rifugiato, nasce dal progetto A mano a mano che vede i ragazzi inseriti in MaceratAccoglie quali volontari negli orti comunali per anziani grazie alla collaborazione e alla supervisione dell’AUSER. L’iniziativa è in programma giovedì 20 giugno, alle 17, nella sede degli Orti comunali in contrada Fontezucca. Durante l’incontro saranno illustrati il progetto A mano a mano e Viaggio in Città con gli interventi del sindaco Romano Carancini, dell’assessore alle Politiche sociali Marika Marcolini, del presidente dell’Auser provinciale Antonio Marcucci, della coordinatrice del Gus per il progetto MaceratAccoglie Gabriella Di Giovanni e la referente del Comune per Orti per gli anziani, Elena Gironella.

Al termine, merenda condivisa con i prodotti genuini dell’orto a cui è invitata tutta la città.

Prosegue intanto fino al 27 giugno, nei Musei civici di Palazzo Buonaccorsi, la mostra didattica Mani che parlano progetto che attraverso l’arte apre spazi alle diversità e finalizzato a favorire l’integrazione, l’inclusione e il dialogo tra realtà culturalmente molto diverse.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2019 alle 11:50 sul giornale del 17 giugno 2019 - 300 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/a8ED





logoEV
logoEV