Osimo: Atletica: Indoor, Ghergo si migliora nei 400 di Ancona. La giovane osimana al record personale con 55”91

3' di lettura 25/01/2020 - Si corre forte sulla pista del Palaindoor di Ancona, nel meeting che inaugura l’ultimo weekend di gennaio. Nei 400 metri la 17enne osimana Angelica Ghergo con il secondo posto in 55”91 firma subito il record personale: è il suo miglior crono di sempre, tra in sala e all’aperto, sulla distanza in cui ha trionfato nelle ultime due edizioni dei campionati italiani under 18.

La portacolori del Team Atletica Marche, appena entrata nella categoria juniores, va a segno nella prima uscita dell’anno in questa gara, dopo l’esordio dello scorso fine settimana in 25”53 sui 200 metri.

Ancora in evidenza un’altra giovane velocista, la coetanea Greta Rastelli (Atl. Avis Macerata): 7”64 nei 60 per la fermana dell’Atletica Avis Macerata che avvicina il suo recente primato, mentre l’allieva compagna di club Sofia Stollavagli riesce a migliorarlo con 7”79. Personale sfiorato anche dal 16enne Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona) in 7”07 al maschile.

Nella gara di salto in lungo under 18 vince la sangiorgese Martina Cuccù (Tam) con 5.67, poco distante dal proprio limite di 5.71. In evidenza poi il non ancora ventenne Alessandro Moscardi (Sef Stamura Ancona), terzo nei 400 con il personale di 49”17, e stesso piazzamento nel peso per l’allieva Sofia Coppari (Atl. Fabriano) che lancia 12.70.

Sulla pedana del triplo Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) atterra a 14.64, soltanto tredici centimetri in meno rispetto allo scorso weekend. Bell’inizio di stagione per la velocista azzurra Irene Siragusa (Esercito) che si migliora fino a 7”30 nei 60 metri, diventando la sesta italiana di sempre sulla specialità.

La sprinter senese, finalista mondiale e primatista nazionale della 4x100, aveva corso un paio di ore prima in batteria con il tempo di 7”36 ed è attesa domani sui 200 metri, sempre ad Ancona. Parte bene anche Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre), meglio in batteria (7”37 a un solo centesimo dal proprio limite) che in finale (7”40). Annalisa Spadotto Scott (Bracco Atletica) con 7”60 è terza e lima tre centesimi al personale.

Passo in avanti per Freider Fornasari (La Fratellanza 1874 Modena) che in batteria nei 60 metri si migliora di otto centesimi (6”75) e in finale la spunta con 6”77 su Giovanni Tomasicchio (Atl. Libertas Orvieto, doppio 6”78), davanti a Luca Antonio Cassano (Atl. Firenze Marathon, 6”86).

Il duello azzurro sui 400 metri tra Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) e Linda Olivieri (Fiamme Oro) va all’ottocentista romana: Coiro si migliora ancora con 54”36 e fa anche meglio del suo 54”40 all’aperto, Olivieri paga nel finale e chiude in 55”91.

Al maschile si impone Lorenzo Benati (Atl. Roma Acquacetosa) in 48”08. Il triplo è di Tobia Bocchi (Carabinieri) con 16.39 su Edoardo Accetta (Virtus Cr Lucca, 16.21): nella prova che segnava il ritorno in pedana di Daniele Greco (Fiamme Oro, 15.33), uscito dalla sabbia dolorante dopo il quarto salto per un infortunio all’adduttore destro, l’allievo campione italiano in carica Federico Morseletto (Studentesca Rieti Milardi) sale al terzo posto delle liste U18 di sempre con 15.28 dietro Dallavalle (15.70) e Howe (15.47).

Nel peso, la 2004 Anna Musci (Alteratletica Locorotondo) diventa la sesta allieva alltime al coperto con 14.41, a soli cinque centimetri dal personale all’aperto. Domani un’altra giornata di gare, con il meeting giovanile dalle ore 9.00 e quello assoluto dalle 15.30, tutta da vivere in diretta video streaming su www.atletica.tv.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2020 alle 22:56 sul giornale del 26 gennaio 2020 - 491 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, risultati, gara, atleta, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfwd





logoEV