Presentato il progetto "Racconti AMO la nostra Provincia", rivolto a tutte le scuole per stimolare la creatività degli studenti

3' di lettura 18/02/2020 - Si chiama “Racconti AMO la nostra Provincia” il concorso presentato martedì mattina nella sala consiliare della Provincia di Macerata.

La Prefettura di Macerata, in collaborazione con l’Amministrazione provinciale e con l’USR per le Marche, Ufficio V Ambito territoriale di Macerata, ha bandito un concorso per gli istituti comprensivi e quelli di istruzione secondaria per offrire agli studenti l’opportunità di conoscere il patrimonio paesaggistico e culturale del nostro territorio e per far acquisire la consapevolezza che va tutelato e salvaguardato, seguendo i principi dell’articolo 9 della Costituzione (La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico artistico della Nazione).

“La nostra è un provincia meravigliosa - ha affermato il presidente Antonio Pettinari, presente alla conferenza stampa insieme al Prefetto Iolanda Rolli e al dirigente dell’Ambito territoriale di Macerata, Carla Sagretti - che va valorizzata, tutelata e salvaguardata. Il progetto è nato da un’idea del Prefetto Rolli, molto attento a seguire le dinamiche e le problematiche del nostro territorio, anche quelle non di propria competenza. La professoressa Carla Sagretti lo ha poi trasformato in progetto, puntando sui giovani e sulla loro dinamicità per farli entrare in stretto contatto con questo straordinario patrimonio che è sotto gli occhi di tutti, ma che noi stessi tendiamo a non fruirne con consapevolezza”.

Trenta dirigenti scolastici presenti in sala per la presentazione del concorso che vuole sollecitare dei percorsi creativi per far comprendere che il paesaggio è una risorsa per conoscere il patrimonio materiale e immateriale del proprio territorio e per riconoscere la relazione tra ambiente e cultura. Al tempo stesso intende costituire un’occasione per favorire la consapevolezza della necessità della sua tutela e stimolare i processi educativi e formativi per la costruzione di una comunità attiva e responsabile.

“L’interesse per i ragazzi vuol dire interesse per il futuro: ecco perché guardiamo al mondo scolastico - afferma il Prefetto Rolli - Quello maceratese è un paesaggio unico, dovremmo proporlo patrimonio dell’UNESCO. Ogni Paese, anche il più piccolo, ha ricchezza di storia e cultura, di un valore eccezionale: da qui è venuta l’idea di chiedere ai nostri ragazzi come vedono la provincia, per il patrimonio ereditato e per quanto si fa oggi grazie alla strategia, alla creatività e all’impegno delle persone. Il progetto promuove la conoscenza del luogo dove viviamo e vuole creare l’orgoglio di essere maceratesi”.

Le iscrizioni scadono il 6 marzo ed entro il 30 aprile 2020 occorre presentare un elaborato che può essere realizzato sotto forma di documento scritto (lettera, racconto, poesia, canzone), prodotto multimediale (foto, video, testo radiofonico, presentazione digitale interattiva) o creazione grafica (plastico, disegno, pittura, murales).

“Le parole chiave del progetto sono: bellezza, cura ed educazione - conclude Sagretti -. Il bello stimola i sensi e ci connette; la cura è quella che dovremmo avere nei confronti del nostro territorio e questo è possibile se lo percepiamo importante per noi; infine l’educazione perché è fondamentale creare occasioni di studio e approfondimento che possano essere formative e al tempo stesso coinvolgenti”.

Nella foto da sinistra Carla Sagretti, Antonio Pettinari e Iolanda Rolli








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2020 alle 16:06 sul giornale del 19 febbraio 2020 - 180 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, provincia di macerata, camerino, civitanova, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgq7





logoEV