Coronavirus, Romagnoli (M5S): “Tar Marche, fase delicata, no localismi"

1' di lettura 28/02/2020 - "No ai localismi, ma rispetto delle prerogative costituzionali insieme a una leale e proficua collaborazione in una fase delicata per il Paese, dovuta all'emergenza Coronavirus".

Lo afferma il senatore Sergio Romagnoli, componente del Gruppo Parlamentare "Movimento 5 Stelle" presso il Senato della Repubblica, dopo la sospensiva in via cautelare del Tar Marche dell'ordinanza della Regione che due giorni fa aveva disposto in via precauzionale la chiusura di scuole e musei, ed inibito tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura fino alle ore 24,00 del 4 marzo 2020 per contrastare la diffusione del coronavirus.

"La Regione Marche è statuto ordinario - osserva Romagnoli - reputo grave l'atto 'd'imperio' compiuto dal presidente Ceriscioli che sull'onda emotiva ha dimostrato scarso senso delle Istituzioni e poca conoscenza delle prerogative esclusive dello Stato". "Oggi nel territorio marchigiano - osserva l'esponente del M5S - il quadro è mutato, perché sono stati registrati alcuni casi di contagio".

"Per questo - conclude il Senatore- reputo necessario e non più rinviabile un'azione congiunta tra Stato e Regione, affinché possano essere adottate le misure più idonee a circoscrivere i casi di contagio a tutela della salute dei cittadini, ai quali auspico vengano fornite istruzioni immediate".


da Sen. Sergio Romagnoli
Movimento 5 Stelle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2020 alle 15:01 sul giornale del 29 febbraio 2020 - 452 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, sergio romagnoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgTr