Forze dell'ordine e Vigili del fuoco davanti agli ospedali, l'iniziativa dedicata a medici e infermieri morti per Coronavirus e all'agente Apicella

2' di lettura 29/04/2020 - La mattina del 1° Maggio prossimo, alle ore 12.00, La Polizia di Stato e le altre Forze dell'Ordine unitamente alla Polizia Municipale, Capitaneria di Porto e Vigili del Fuoco, si recheranno ancora una volta presso gli ospedali di Macerata, Civitanova (ospedale e Villa Pini) e Camerino dove si schiereranno all'esterno delle strutture sanitarie per rendere onore ai medici e al personale sanitario che stanno lottando da settimane contro il Covid-19 salvando molte vite umane.

L'iniziativa della Questura di Macerata denominata simbolicamente "FORZA E CORAGGIO" il 1° Maggio sarà dedicata ai 151 medici e ai 50 infermieri e operatori sanitari che si sono immolati fino all’estremo sacrificio per curare i malati.

L’iniziativa sarà dedicata anche all’Agente della Polizia di Stato Pasquale Apicella della Questura di Napoli che due giorni fa è stato ucciso per catturare due rapinatori. Per questo motivo, verrà diffuso “Il Silenzio” le cui note risuoneranno presso le predette strutture sanitarie in onore dei medici, del personale sanitario e, come già detto, del giovane poliziotto che, con sprezzo del pericolo, dimostrando alto senso del dovere, ha sacrificato la propria giovane vita per adempiere fino in fondo, con disciplina e onore, al proprio dovere lasciando i suoi affetti piu’ cari, la giovane moglie e due bambini, uno di 6 anni e l’altra di pochi mesi. Presso l’Ospedale di Macerata saranno presenti il Vescovo S.E. Nazzareno Marconi, il direttore dell’ASUR Area Vasta 3 Alessandro Maccioni, il Rettore dell’Università di Macerata Francesco Adornato, la Polizia Municipale, il Comandante della Sezione Polizia Stradale di Macerata Tommaso Vecchio e il Questore di Macerata Antonio Pignataro, oltre ad altre Autorità civili e militari.

Il Questore Pignataro ribadisce ancora una volta l'importanza dell'iniziativa: "Come Forze dell'Ordine abbiamo il dovere di dare solidarietà, sostegno e vicinanza ai medici e al personale sanitario che in questo momento delicatissimo per il nostro Paese, stanno mettendo seriamente in pericolo la propria vita per salvare quella degli altri. La lotta al Covid-19 e la lotta alla criminalità, due battaglie condotte da Medici, Infermieri, Operatori Sanitari e Forze dell’Ordine, spesso nella consapevolezza di mettere a rischio la propria vita. 151 medici e 50 infermieri deceduti e due giorni fa la morte dell’agente della Polizia di Stato Pasquale Apicella. Tutti hanno sacrificato la propria vita per assicurare alla comunità legalità, giustizia e libertà".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2020 alle 17:25 sul giornale del 30 aprile 2020 - 230 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, camerino, civitanova, questura di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bkAN





logoEV