Il consiglio comunale di Macerata torna a riunirsi nella sua sede: ecco di cosa si discuterà

consiglio comunale macerata 3' di lettura 13/07/2020 - Torna a svolgersi nella sua sede originaria all’interno del Palazzo Comunale di piazza della Libertà, il Consiglio comunale di Macerata convocato per le ore 16 di lunedì 20 e martedì 21 luglio.

Si torna quindi “in presenza”, pur nel rispetto delle misure di contenimento del Covid-19, e nella sede storica che l’assise aveva lasciato subito dopo gli eventi sismici del 24 agosto 2016 per trasferirsi nella sala consiliare della Provincia messa a disposizione del Comune dal presidente Antonio Pettinari. Le due nuove sessioni consiliari avranno inizio alle 15 con l’esame di quattro interrogazioni.

In particolare, lunedì 20 luglio, sullo stesso tema riguardante la ripresa dell’attività scolastica e le problematiche legate all’inizio del nuovo anno didattico, l’Amministrazione comunale risponderà alle interrogazioni presentate rispettivamente dai consiglieri Andrea Marchiori e Francesco Luciani di Lega Salvini premier e da Roberto Cherubini del Movimento 5 stelle. Martedì 21, sarà la volta delle interrogazioni presentate dal consigliere Roberto Cherubini (Movimento 5 stelle) in merito allo stato attuale e futuro del Museo di Storia naturale e al chiosco del Sasso d’Italia. Al via poi il ricco ordine del giorno su cui si confronterà l’assise comunale. Tre le delibere relative agli indirizzi per la Centrale unica di committenza, alla proposta di modifica del Regolamento per le Libere forme associative e all’approvazione del Piano attuativo PA5 in via Troili a Villa Potenza.

Diversi invece gli ordini del giorno posti all’attenzione del Consiglio. Il primo riguarda la proroga degli abbonamenti scolastici al trasporto pubblico urbano presentato dal consigliere Paolo Renna di Fratelli d’Italia, il secondo relativo all’istituzione di un fondo di garanzia per le attività commerciali è proposto dai consiglieri del Movimento 5 stelle Carla Messi, Roberto Cherubini e Andrea Boccia mentre il terzo, presentato dalla consigliera Deborah Pantana di Idea Macerata, ha come tema l’iniziativa Artisti contro il Coronavirus. Si parlerà poi di Macerata città sostenibile e amica dei bambini e adolescenti con l’ordine del giorno presentato da Davide Miliozzi di Pensare Macerata e di messa a disposizione di luoghi pubblici per riunioni improcrastinabili con il documento presentato dal gruppo del Movimento 5 stelle Roberto Cherubini, Carla Messi e Andrea Boccia. Anna Menghi, dell’omonimo Comitato, porta in aula il tema dell’aumento dei prezzi di beni di prima necessità mentre l’ultimo ordine del giorno, dei consiglieri Lina Caraceni e Michele Verolo di A sinistra per Macerata bene comune, riguarda la richiesta di non ubicare i seggi elettorali nelle scuole. A cura degli stessi consiglieri di A sinistra per Macerata bene comune anche la mozione relativa all’adesione al Manifesto della comunicazione non ostile.

Altre mozioni sono state presentate da Paolo Renna di Fratelli d’Italia in merito alla revisione e ampliamento degli utenti aventi diritto al rimborso dell’abbonamento al trasporto pubblico urbano scolastico e alla fruizione della navetta gratuita, da Deborah Pantana di Idea Macerata relativa alla costituzione di un fondo di mutuo soccorso per le famiglie e le attività produttive e infine da Ivano Tacconi del Gruppo misto relativa ai locali per il corso di laurea in Scienze infermieristiche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2020 alle 14:17 sul giornale del 14 luglio 2020 - 201 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, comune di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqv9





logoEV