Pallamano: primi impegni per Cingoli

4' di lettura 11/09/2020 - La pallamano cingolana torna a “tempo pieno”.

Sabato 12 settembre, infatti, inizia il campionato di Serie A Beretta Femminile, con la Santarelli Cingoli a sfidare in trasferta le Guerriere Malo, mentre i ragazzi di Serie A Beretta tornano al PalaQuaresima (a porte chiuse) per la partita contro l’Alperia Merano. Guerriere Malo-Santarelli Cingoli – 1^ giornata Serie A Beretta Femminile E’ una sfida particolare ed inedita quella del Palasport di Malo, città di quasi 15mila abitanti a 20 km da Vicenza. Si tratterà, infatti, del debutto assoluto delle Guerriere in Serie A Beretta Femminile. La società è nata nel 2011 ed è stata protagonista di un percorso di crescita costante in soli 9 anni. Nel 2018-2019, infatti, sotto la guida di mister Diego Menin, le Guerriere Malo avevano già sfiorato la promozione in massima serie, perdendo la semifinale alla Final8 di Serie A2.

Nella scorsa stagione il primo posto del girone B ha sancito la promozione delle vicentine in Serie A Beretta grazie alla decisione del Consiglio Federale di promuovere le prime classificate di A2, nonostante la sospensione dei campionati a causa del Covid-19. Si tratta di un roster giovanissimo e confermato in blocco dallo scorso anno, con il solo innesto delle due straniere Dyulgerova (portiere bulgara classe 2001) e Mrkijk (terzino sinistro macedone classe 1991). Altre giocatrici da tenere d’occhio sono la capitano Giorgia Dalle Fusine, terzino-centrale del 2000, ed Erica Losco, esperta pivot classe 1984 ex Dossobuono.

Non ci sono precedenti tra Malo e Santarelli Cingoli. Solo Cristina Lenardon e Fatima Faris hanno già giocato in Serie A in periodi diversi, mentre per tutte le altre giocatrici e per l’allenatore italo-argentino Nicolas Analla si tratta del debutto assoluto. Una partita dal sapore speciale, dunque, che segnerà il ritorno della Polisportiva in massima serie dopo 23 anni dall’ultima apparizione nel 1996-1997. La Santarelli arriva nel modo giusto alla sfida.

“Le ragazze – spiega mister Analla – hanno affrontato ogni allenamento con entusiasmo e con molta grinta. Siamo soddisfatti, abbiamo visto dove dobbiamo migliorare e stiamo lavorando per farlo. A Malo sarà una prima volta per tutti, me compreso come allenatore di Serie A Beretta, proveremo a fare del nostro meglio. Sarà un’emozione unica, dato che abbiamo sempre lottato per questo traguardo e l’abbiamo raggiunto. Speriamo di poter poi dire ‘buona la prima’”.

Era iniziato la settimana scorsa, invece, il campionato di Serie A Beretta Maschile dei ragazzi di mister Sergio Palazzi. Archiviata l’onorevole sconfitta di Bolzano, si torna a giocare al PalaQuaresima di Cingoli per affrontare un’altra squadra alto-atesina, l’Alperia Merano, che la settimana scorsa aveva riposato. Lo Sport Club Meran Handball è stato fondato nel 1973. Nel suo palmares può contare lo scudetto del 2004-2005, vinto in gara 3 della finale contro il Trieste, una Coppa Italia nel 2003-2004 e una Supercoppa Italiana nel 2005-2006. Partecipa stabilmente al campionato di massima serie da 9 stagioni consecutive. Sono 2 i precedenti contro la Santarelli Cingoli, entrambi in Serie A Maschile 2018-2019: nel girone di andata in casa Merano si era imposto per 32-26, nel girone di ritorno al PalaQuaresima la Polisportiva aveva vinto 26-23. La squadra è allenata da Jurgen Prantner, che è anche assistente del dt Riccardo Trillini in nazionale. Il grande ex della sfida è il cingolanissimo Lorenzo Nocelli, terzino classe 1999 passato in bianconero in questa stagione dopo aver centrato la seconda promozione con la Santarelli Cingoli. Da tenere d’occhio anche il centrale montenegrino del 1989 Petricevic e i fratelli Leo e Max Prantner, figli del tecnico Jurgen, rispettivamente ala destra del 2001 e terzino destro del 2000. I cingolani di Palazzi arrivano alla sfida senza il portiere Javier Carlos Anzaldo, che ha subito uno strappo muscolare, mentre diversi altri giocatori sono alle prese con diversi problemi fisici di minore entità. L’obbiettivo è ripetere l’ottima prestazione di sabato scorso contro il Bolzano.

“E’ stata un’esperienza positiva – spiega il portiere Mario Gentilozzi – che ci ha dato molta motivazione per lavorare al meglio. Il Merano è un’ottima squadra, piena di giovani, sta crescendo sempre di più, che da quest’anno ha anche il nostro ex Lorenzo Nocelli in rosa. E’ un roster molto forte, alla pari del Bolzano, ci darà del filo da torcere. Stiamo lavorando sia sul loro gioco veloce che su di noi stessi, per correggere gli errori fatti la settimana scorsa a Bolzano”. La Santarelli non potrà però contare sull’apporto del PalaQuaresima, dato che la sfida si giocherà a porte chiuse. “Siamo contenti di essere tornati a giocare – conclude Gentilozzi – ma senza il nostro grande pubblico non avremo le stesse emozioni. Speriamo di tornare a sentire l’adrenalina del tifo del nostro palazzetto al più presto”.

Le sfide Santarelli Cingoli-Alperia Merano alle 18 e Guerriere Malo-Santarelli Cingoli alle 18.30 si giocheranno a porte chiuse e saranno trasmesse in diretta sulla piattaforma web “Eleven Sports”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2020 alle 14:22 sul giornale del 12 settembre 2020 - 211 letture

In questo articolo si parla di sport, cingoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bvHS





logoEV