Focolaio alla casa di riposo di Tolentino, Bisonni: "Questa volta al sindaco non basteranno le sue pacche sulle spalle"

1' di lettura 18/01/2021 - Di questi giorni le notizie terribili e drammatiche che alcuni nonnini ospiti della RSA di Tolentino, che avevano contratto il Covid, sono deceduti.

Nell'attesa che siano chiarite le esatte cause esatte della morte, questa tristissima vicenda ci porta a riflettere sui fatti noti, ossia al focolaio Covid esploso nella RSA di Tolentino.

E' chiaro che degenti ed operatori stanno subendo questa vicenda in quanto loro malgrado esposti al rischio Coronavirus.

I degenti in quanto soggetti fragili e gli operatori in quanto lavoratori, tutti in quanto persone con famiglie correlate, hanno il diritto di essere garantiti al meglio. Mi domando se un Sindaco in quanto massima Autorità della sanità pubblica di una città, più che autolodare i propri interventi tardivi e fare richieste postume, capace solo di offendere tutti gli avversari politici e tagliare nastri di scatoloni vuoti, debba invece prevedere e fare prima e non solo poi concentrandosi verso i cittadini e le questioni cogenti e concrete.

Sarei curioso di sapere, a livello regionale, cosa ha fatto la Conferenza dei Sindaci prevista dalle norme regionali per contenere questi fenomeni e, a livello locale, cosa la Commissione Sanità presieduta da Giuliano Bianchini, ha programmato e messo in atto. Sappia il Sindaco che questa volta non basteranno le sue proverbiali pacche sulle spalle perché queste domande meritano delle risposte, non tanto al sottoscritto ma a tutti i degenti e operatori sanitari che si sono contagiati. Sentite condoglianze alle famiglie dei nonnini deceduti.


da Sandro Bisonni
Europa Verde Macerata





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2021 alle 11:21 sul giornale del 19 gennaio 2021 - 367 letture

In questo articolo si parla di politica, tolentino, Sandro Bisonni, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJR8





logoEV
logoEV