Il Cus Macerata prova a non fermarsi

2' di lettura 19/01/2021 - L’ultimo Dpcm ha rinviato ulteriormente la data di riapertura di piscine e palestre, il mondo dello sport amatoriale insomma continua a restare fermo o quasi. Tra chi prova ad andare avanti, anche se forzatamente in maniera ridotta e limitata, c’è il Cus Macerata.

Dopo la chiusura per le festività natalizie, il Centro Universitario Sportivo ha ripreso a pieno regime l’operatività di uffici di segreteria e presidenza, mentre di fatto tennis e calcetto sono le uniche due attività motorie davvero “attive”.

“Con il mancato avvio dei campionati sotto la B nazionale da parte della Figc – spiega il presidente Antonio de Introna - abbiamo deciso di interrompere gli allenamenti dei grandi della C1 e dell’Under19. Si allenano invece l’Under17 e i piccoli delle Under12 e 10, quest’ultime squadre rientrano nei tornei Csi. E’ purtroppo ferma anche la pallavolo femminile. La sezione che sta avendo più movimento è quella del tennis. Complice magari la tipologia di sport individuale o di coppia, abbiamo registrato un gran balzo di tesserati, gli atleti agonisti possono giocare nei nostri campi e la maggior parte sono under30. Naturalmente il tutto avviene nel pieno rispetto dei protocolli sanitari, mascherine, gel, distanziamento e il divieto di utilizzare gli spogliatoi. I ragazzi e le ragazze dell’atletica, di marcia o distanze veloci, possono allenarsi singolarmente e si preparano ai meeting primaverili. Infine l’insegnante Chiara Verolo ha attivato le lezioni online per il suo corso di danza moderna”.

Insomma si va avanti nonostante tutto…”Certamente non facciamo incassi – continua - e mi dispiace soprattutto per i problemi che la situazione epidemiologica sta creando ai nostri istruttori. Sono loro i principali danneggiati, penso a chi svolgeva corsi di ginnastica o insegnava sport di contatto come le arti marziali”.

Che scenari prevede? “Difficile fare previsioni – conclude - ma garantisco che, come Cus Macerata, apriremo in modo completo gli impianti solo quando i contagi saranno azzerati. I soldi vengono dopo, noi poi abbiamo avuto solo un ristoro figurati, una goccia…ma a me conta di più la sicurezza e la salute, le nostre palestre resteranno chiuse finchè la pandemia non sarà un brutto ricordo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2021 alle 11:40 sul giornale del 20 gennaio 2021 - 132 letture

In questo articolo si parla di sport, Cus Macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJ6S





logoEV
logoEV
logoEV