Genitori contro la riforma delle mense scolastiche tra raccolta firme, cartelloni e scioperi

1' di lettura 07/04/2021 - Diversi gesti di protesta contro la riforma delle mense scolastiche, promossi dal Movimento Salviamo le Mense Scolastiche di Macerata e condivisi in maniera spontanea da alcuni genitori, si sono verificati tra ieri e oggi.

Ieri pomeriggio sono state consegnate in comune 510 firme di residenti maceratesi per chiedere di sospendere l’eseguibilità della delibera della Giunta che approvava - il passato 17 marzo - la riorganizzazione del servizio.

Diverse scuole hanno manifestato contro tale riorganizzazione appendendo cartelloni: una riforma che prevede che 7 scuole maceratesi (Liviabella, Natali, Via Pace, Ercole Rosa, Mameli, Matteo Ricci, IV Novembre) ricevano il secondo piatto e il condimento del primo piatto da cucine di altre scuole, definite serventi.

Alla scuola Mameli, circa il 91% dei commensali abituali ha rinunciato oggi al servizio mensa come gesto simbolico di protesta. Lo sciopero ha avuto un seguito del 33% anche nella Scuola Ercole Rosa (Quartiere Pace).

La lettera ai genitori arriva in mostruoso ritardo: moltte famiglie non hanno ancora avuto modo di leggerla perché arrivata ieri alle 14 alle segreterie scolastiche già chiuse (le scuole sono chiuse da 3 settimane). Riguardo il contenuto: documenti zero, logica zero. Come avvio per una comunicazione con i genitori non è certo il top.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2021 alle 17:36 sul giornale del 08 aprile 2021 - 185 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWou





logoEV