Elezioni studenti Unimc, Sum replica a Officina Universitaria: "Il nostro è un gruppo apartitico"

2' di lettura 19/04/2021 - Essermi candidato alle elezioni studentesche di Macerata con una lista nuova, che ha progetti chiari e ambiziosi, ha destato scalpore sin da subito tra le file "avversarie". Quando il mio gruppo si è dichiarato apartitico, è accaduto il finimondo.

È cosa nota infatti che io militi e faccia politica in un partito, orgogliosamente. Eppure la mia partiticità non scalfisce, al contrario di quanto si voglia far credere, l'apartiticità di SUM come gruppo, il quale è composto per la maggior parte da studenti non vicini alla politica. Solo un altro ragazzo ha concorso con me alle comunali, non con il mio partito. Infine, un terzo studente ha la tessera di un partito del tutto opposto a quello cui io appartengo. Non può questo che rilevare l'apartiticità del movimento universitario stesso.

Una lista in particolare, Officina universitaria, di matrice sindacale, che nasce nel lontano 2007 e teme di perdere l'egemonia conquistata negli anni, si è dimostrata particolarmente aggressiva nei nostri confronti, arrivando oggi, dopo settimane di commenti sgradevoli, attacchi fuori dal contesto e illazioni gratuite, a pubblicare un articolo di giornale (leggi) contro la mia persona (fortunatamente senza fare nomi) e contro l'evento che SUM ospiterà questa sera, che vede tra gli invitati un membro dell'attuale amministrazione comunale (leggi). Un assessore, per altro anch'esso non del mio partito.

È bene rimarcare, alla luce di questo, l'apartiticità di SUM e il rapporto proficuo che vi sarà con Università e Comune di Macerata. Infatti, al di là del risultato delle elezioni, continueremo ad operare per il bene della comunità studentesca e ad essere attivi con le più varie iniziative. Sottolineo inoltre che l'esclusione della parte universitaria nel convegno di questa sera è dovuta esclusivamente al periodo elettorale ove, come ovvio che sia, l'Università non può prendere posizioni. Per tal ragione non ci si fregia in alcun modo del nome di Unimc, essendo dal titolo chiaramente interpretabile come evento focus di SUM, che parla - questo sì - di Unimc.

Successivamente auspichiamo di fare convegni includendo ogni parte utile, SUM del resto nasce per soddisfare le esigenze degli studenti e delle università. Non vedo poi come bere birra in videochat o fare una diretta su de Andrè (iniziativa pregevole che vedrò, amando il cantautorato) siano eventi più vicini alle necessità degli universitari rispetto ad un convegno sullo sport.


da Tommaso Lorenzini
Coordinatore SUM Unimc





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2021 alle 16:23 sul giornale del 20 aprile 2021 - 262 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYnS