Coronavirus Marche: calano i contagi, accelerano i vaccini, ma il confronto con il 2020 non è positivo

5' di lettura 03/05/2021 - Bentornati al consueto appuntamento settimanale con l'analisi dei dati sul Coronavirus nelle Marche e un tentativo di previsione di cosa potrebbe accadere. Questa settimana abbiamo anche i dati mensili e nuovi grafici che confrontano l'andamento della pandemia nel 2020 e nel 2021.

I vaccini
Nonostante la diminuzione delle dosi consegnate a metà settimana e un giorno feriale in più, il numero delle dosi somministrate è cresciuto ancora, anche se di poco. Si è passati da 74.000 a 74.500. In più tra queste 4.000 erano J&J, ovvero monodose, praticamente valgono il doppio.

Questa settimana sono state somministrate molte più seconde dosi che prime dosi e quindi il numero dei vaccinati è passato da 127.000 a 173.000 ovvero dal 8,5% al 11,5%, la crescita più veloce fino ad oggi. Il 15,6% della popolazione ha ricevuto una sola dose. Se sommiamo i vaccinati, chi ha ricevuto una sola dose e i guariti (5,9%) otteniamo quasi un terzo della popolazione parzialmente immunizzato.

Sono numeri incoraggianti ma ancora insufficienti per incidere in maniera significativa sulla curva dei contagi. Tra i grafici trovate anche quelli che mettono in confronto la percentuale degli operatori sanitari (i primi ad essere vaccinati) tra i casi in isolamento. Noterete che dopo l'inizio della vaccinazione i casi sono diminuiti molto, sia in numeri assoluti che in percentuale. È un'ulteriore prova dell'efficacia del vaccino.

Zona gialla
La settimana in corso è la seconda in zona gialla ed è quindi probabilmente l'ultima in cui vedremo l'effetto delle chiusure della zona arancione sui contagi. La settimana decisiva per capire cosa succederà questa estate sarà quindi la prossima.

I nuovi contagi e i guariti
La curva dei contagi continua a scendere, un po' più velocemente delle settimane precedenti perché questa settimana c'è stato un giorno festivo in più. Ma scende molto lentamente.
Tutte le cinque province delle Marche presentano dati in calo. Pesaro e Urbino è la provincia più colpita, seguita da Macerata, Ancona, Ascoli Piceno e Fermo. In totale i nuovi casi sono stati 1612, quasi 300 in meno dei 1906 di sette giorni fa.

Le persone per cui l'incubo del Covid è diventato reale sono state 1918 e questo porta il numero degli attualmente malati a 6076. Questo numero però scenderà molto lentamente perché ormai sono 4 settimane che il numero dei contagi è si in calo, ma molto leggermente. Nelle prossime settimane quindi il numero dei ricoveri, in terapia intensiva o meno, continuerà a scendere, ma temo, più lentamente di quanto ha fatto finora. E un primo segno lo abbiamo avuto già questa settimana.

I nostri ospedali
Scendono i ricoveri, da 478 a 413, ma questa settimana il numero dei malati in terapia intensiva resta costante, anzi per la precisione aumenta di una unità e arriva a 69.

Le vittime
Il numero dei decessi questa settimana si dimezza rispetto a una settimana fa. Erano 56 e ora sono 30. Certo sono sempre tanti, ma solo un mese fa erano il triplo, 90.

Il mese di aprile
Ad aprile i contagiati sono stati 9.331, meno della metà del 20.330 di marzo. Per ritrovare questi numeri dobbiamo tornare indietro ad ottobre dello scorso anno, quando i nuovi contagi furono 6.841. Anche su base mensile la provincia più colpita è quella di Pesaro e Urbino e quella meno colpita è quella di Fermo.

Il confronto tra 2020 e 2021
L'anno scorso in questo periodo era in corsa la discesa del Coronavirus che ci ha permesso di vivere un'estate quasi normale. Abbiamo confrontato i dati settimanali in base a 5 parametri, come potete vedere dai grafici. Primo parametro: i contagi. Qui il confronto è impari, quest'anno la disponibilità di tamponi e la capacità di tracciamento sono aumentati. I casi positivi quest'anno sono molto superiori allo scorso anno.

Secondo parametro: i ricoverati. Quest'anno abbiamo meno ricoveri dell'anno scorso, ma la differenza è minima.

Terzo parametro: le terapie intensive. I ricoverati in terapia intensiva sono più numerosi quest'anno dell'anno scorso. I dati di quest'ultima settimana hanno ampliato il divario.

Quarto parametro: i decessi. Quest'anno il Covid-19 si porta via meno persone dell'anno scorso. Questo anche perché i medici conoscono meglio la malattia e sanno come affrontarla e perché le persone più fragili sono finalmente state vaccinate.

Quinto parametro: i vaccini. Qui non c'è un grafico: l'anno scorso non c'erano i vaccini, quest'anno si ed è probabile che entro la fine dell'estate saremo tutti vaccinati.
In conclusione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno il virus è più diffuso. Resta da stabilire se siamo solo in ritardo di una o due settimane o se la situazione è più grave.

Tutti i grafici sono a cura della redazione di Vivere Marche.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.
Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".
Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città Whatsapp Telegram
Ancona 350.0532033 @VivereAncona
Ascoli 353.4149022 @VivereAscoli
Camerino 340.8701339 @VivereCamerino
Civitanova 348.7699158 @VivereCivitanova
Fabriano 376.0081705 @VivereFabriano
Fano 350.5641864 @VivereFano
Fermo 351.8341319 @VivereFermo
Jesi 371.4821733 @VivereJesi
Macerata 328.6037088 @VivereMacerata
Osimo 320.7096249 @VivereOsimo
Pesaro 371.4439462 @ViverePesaro
Recanati 366.9926866 @VivereRecanati
San Benedetto 351.8386415 @VivereSanBenedetto
Senigallia 376.0317900 @VivereSenigallia
Urbino 371.4499877 @VivereUrbino
-
San Marino @VivereSanMarino
Rimini 376.0317899 @VivereRimini
Teramo 376.0312228 @VivereTeramo
Perugia 338.1523781 @ViverePerugia
Gubbio 376.0317898 @VivereGubbio


...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...

...
...

...






Questo è un editoriale pubblicato il 03-05-2021 alle 19:15 sul giornale del 04 maggio 2021 - 156 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, marche, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1zz