Scacco all'estremismo di destra: perquisizioni della polizia anche a Macerata

squadra mobile 1' di lettura 20/05/2021 - Una serie di perquisizioni da parte della polizia è in corso da questa mattina verso alcuni presunti appartenenti a un'organizzazione di estrema destra chiamata "Ultima Legione". L'operazione interessa diverse province italiane, fra cui Macerata.

L'indagine, condotta dall'Antiterrorismo e dalla Digos dell'Aquila, è stata diretta dalla procura abruzzese e coordinata dalla Procura nazionale antimafia e antiterrorismo. Le località interessate dal blitz sono La Spezia, Terni, Como, Piacenza, L'Aquila, Lecce, Modena, Cosenza, Ascoli Piceno, Verona, Como, Chieti e, appunto Macerata. L'operazione ha preso il via da alcuni accertamenti sugli iscritti a una chat neonazista e antisemita chiamata "Boia chi molla" della quale farebbero parte anche alcuni membri di "Ultima legione", organizzazione nata a Milano che poi si è diramata in tutta Italia.

Fra le 25 perquisizioni, quella in provincia di Macerata si è focalizzata su una persona di Monte San Giusto il cui ruolo all'interno dell'organizzazione sarebbe, però, marginale.

Immagini e video sono invece stati trovati nella disponibilità di tre soggetti residenti a Firenze, Prato e Grosseto, considerati tra gli animatori delle chat su Telegram e Whatsapp. L'obiettivo degli animatori delle chat, dicono gli investigatori, era quello di reclutare militanti per mettere in piedi una struttura politica di ispirazione fascista ma non è escluso che volessero compiere anche azioni violente.

di Roberto Scorcella
robertoscorcella@viveremacerata.it





Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2021 alle 11:46 sul giornale del 21 maggio 2021 - 240 letture

In questo articolo si parla di polizia, macerata, neofascismo, perquisizione, roberto scorcella, ultima legione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b3MZ





logoEV
logoEV