Un'unità cinofila per la polizia locale di Tolentino

4' di lettura 20/05/2021 - L’Amministrazione comunale ha ritenuto di dare inizio al processo di riorganizzazione della Polizia Locale tenendo conto delle nuove attività e attribuzioni affidatele dalle recenti disposizioni di legge anche in considerazione del fatto che il corpo di Polizia Locale partecipa e contribuisce al sistema integrato di sicurezza urbana insieme alle altre Forze di Polizia statali.

Infatti la Polizia Locale svolge attività che possono definirsi “ordinarie” e previste nella normativa specifica oltre ad altri molteplici servizi, tra i quali, quelli orientati prioritariamente alla prevenzione di situazioni pregiudizievoli la cosiddetta “Sicurezza Urbana” e i servizi di prossimità, il controllo dei parchi urbani e delle aree verdi in genere, dei luoghi di aggregazione e di ritrovo, degli immobili abbandonati o inagibili, il controllo sulla movimentazione delle persone e dei mercati. L’obiettivo da perseguire, in aderenza agli indirizzi impartiti dall’Amministrazione Comunale, è quello di un generale rafforzamento dei servizi improntati al controllo del territorio, e nell’implementazione delle attività di prevenzione, sia nell’ambito della sicurezza che del degrado urbano.

Pertanto il Sindaco Giuseppe Pezzanesi, su proposta dell’Assessore delegato Giovanni Gabrielli e del comandante David Rocchetti, insieme a tutta la Giunta comunale ha deliberato di istituire un Reparto Cinofilo nella Polizia Locale di Tolentino. L’istituzione dell’unità cinofila, nello specifico l’acquisto del cane e il completo addestramento su tutte le sostanze, addestramento del conduttore in modo da rendere ottimale l’operatività del binomio sino alla sua completa abilitazione al servizio attivo, comporta una spesa complessiva pari ad euro 10.440,00 la quale trova copertura finanziaria nel bilancio comunale.

L’acquisto del cane comporta stabilire il luogo del ricovero dell’animale nel rispetto della normativa vigente in ambito di tutela e salute animale, che potrà avvenire nel luogo individuato e reso disponibile da parte dell’Ente, oppure vista la disponibilità del conduttore di detenere l’animale presso la propria abitazione. In quest’ultimo caso sarà necessario garantire al conduttore la fornitura di idonea struttura e materiali necessari alla realizzazione di un ricovero/box per la custodia dell’animale. Si sta anche predisponendo un apposito regolamento per stabilire i seguenti punti: funzioni dell’Unità Cinofila, Responsabile dell’impiego dell’Unità cinofila, il Conduttore Unità cinofila, formazione e addestramento, scelta del personale, custodia dei cani, assistenza veterinaria, mantenimento dei cani, immissione e dismissione dal servizio, dotazioni, assicurazione speciale per unità cinofila, costi a carico dell’Amministrazione.

"E’ bene ricordare – afferma il Comandante Commissario David Rocchetti – che gli agenti della Polizia Locale della Città di Tolentino sono attivamente impegnati, ogni giorno, oltre che nelle attività “ordinarie”, anche in quelle orientate prioritariamente alla prevenzione di situazioni pregiudizievoli alla Sicurezza Urbana e quindi diventa molto utile e funzionale l’apporto di un’unità cinofila, il cui utilizzo, ormai nei servizi di Polizia Locale è divenuto una realtà consolidata, non solo a livello europeo, ma registra una forte espansione a livello nazionale, provinciale e comunale, tanto che in Italia sono numerosi i Corpi di Polizia Locale che si sono dotati di unità cinofile per la prevenzione ed il contrasto allo spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Inoltre – conclude il Comandante Rocchetti – l’effetto simpatizzante dei cani da lavoro intensifica le relazioni fra la cittadinanza e la Polizia Locale, sia durante i turni di servizi appiedati di controllo del territorio che durante momenti di aggregazione che possono essere organizzati, quali dimostrazioni delle potenzialità lavorative uomo-cane o incontri di educazione civica e cinofila all’interno delle scuole. Il personale interno selezionato, anche in base alla disponibilità data, ha già iniziato una formazione al fine di aumentare la capacità di percezione dei reati legati allo spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti".

"L’impiego di cani, addestrati per compiti di prevenzione– precisa il Sindaco Giuseppe Pezzanesi – trova applicazione nei servizi di prossimità, nel controllo dei parchi e delle aree verdi in genere, nel controllo della movimentazione delle persone e dei mercati, nelle manifestazioni ed eventi che richiamano un numero rilevante di persone, nel controllo delle aree e degli immobili connotati da marginalità. Vogliamo che il binomio agente/animale sia pienamente realizzato per prevenire e per essere di ausilio nel rispetto della legalità".

"L’intento principale dell’Amministrazione comunale – sottolinea l’Assessore alla Sicurezza e Polizia Locale Giovanni Gabrielli – con l’istituzione di una nuova Unità cinofila della Polizia Locale è quello di avere strumenti di prevenzione sempre più funzionali. Abbiamo lavorato insieme al Comandante Rocchetti, superando non poche difficoltà, riuscendo ad attuare un progetto importante che sarà di sicuro ausilio per garantire la sicurezza a tutti i cittadini. Come in altre occasioni, l’unità cinofila, collaborando anche con le Forze di Polizia, sarà anche utile per attuare un’azione preventiva, in particolare nei pressi degli Istituti scolastici e nelle zone di aggregazione giovanile, divenendo, come sempre, un deterrente antidroga efficace".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2021 alle 17:21 sul giornale del 21 maggio 2021 - 177 letture

In questo articolo si parla di cronaca, tolentino, Comune di Tolentino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b3P4