contatore accessi free

Dipendente del Comune di Macerata guarita dal Covid ringrazia i sanitari: "Sono stati i miei angeli"

3' di lettura 01/06/2021 - "Ci tengo a ringraziare tutte le persone che mi hanno permesso di guarire e di superare la malattia; senza di loro, i miei angeli, forse ora non sarei dove sono". Il plauso al personale sanitario dell’ospedale di Macerata e del Covid Hospital di Civitanova arriva da Daniela Monteverde, dipendente del Comune di Macerata che a marzo ha vinto la sua battaglia contro il Covid-19.

"Per quanto riguarda il decorso della malattia è stato un percorso per niente facile ma, a livello umano, devo dire di aver vissuto una bellissima esperienza – racconta -. Voglio ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine e che si sono occupate della mia malattia come della mia guarigione; persone che hanno dato il meglio di loro a partire dal mio medico di famiglia passando per i medici dell’ospedale, gli infermieri, gli oss, il personale delle Usca e quello del 118 fino agli addetti alle pulizie dei nosocomi nei quali sono stata ricoverata. Oltre alla professionalità e alla dedizione al lavoro non sono mai mancati un sorriso, una gentilezza, una parola di rassicurazione".

"Ho scoperto di essere positiva a inizio marzo e l’11, non avendo più ossigenazione, sono stata trasferita in ospedale a Macerata – spiega Monteverde -. Mi hanno ricoverato nei container del pronto soccorso e quindi in una barella; malgrado la sistemazione ho apprezzato tantissimo la gentilezza del personale che non mi ha mai fatta sentire sola. Tutti hanno cercato, in ogni modo, di rendere più leggero il mio percorso. Successivamente sono stata trasferita nel reparto di Medicina d’Urgenza; devo ammettere che quando mi hanno messo il casco, nonostante il timore, ero felice perché sapevo che mi avrebbe potuto salvare la vita. Infine sono stata portata al Covid-hospital di Civitanova e nel frattempo hanno ricoverato anche mio marito risultato a sua volta positivo".

"La preoccupazione e la paura ci sono sempre state ma ho avuto anche tanta fiducia nel lavoro delle persone che mi assistevano – spiega -. Persone che vedevo sempre completamente “impacchettate” ma che con gli occhi non mi hanno mai fatto mancare un sorriso; persone che probabilmente stavano vivendo anche dei problemi personali o familiari a causa del virus ma che non si sono mai risparmiate nel lavoro. Vivere sulla propria pelle il Covid ti fa rendere conto di quanto sia brutto l’isolamento; questa è stata la parte peggiore della malattia ma la lontananza e il senso di abbandono venivano poi puntualmente spazzati via da un gesto di conforto".

Poi la bella notizia. "Il 25 marzo sono uscita dal Covid hospital Civitanova grazie al lavoro di persone davvero speciali e sono tornata a casa – conclude Monteverde -; sono stati degli angeli e se non ci fossero stati non so come sarebbe andata a finire. In occasione della cerimonia che si terrà domani a Macerata per insignire medici e infermieri ci tenevo molto a ringraziare chi, dalla malattia, mi ha permesso di guarire e tornare ad abbracciare la mia famiglia".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2021 alle 16:31 sul giornale del 03 giugno 2021 - 182 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comune di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/b5uC





logoEV
logoEV