Generazione iperconnessa, webinar per genitori ed educatori grazie alla Pars

2' di lettura 03/06/2021 - Generazione Iperconnessa, webinar gratuiti per genitori e educatori sul rapporto tra i giovani e la rete. L’iniziativa si realizza nell’ambito del progetto “Questione di link” a cura della Pars onlus in collaborazione con l’Ambito Territoriale e Sociale 14.

I webinar sono condotti da Gustavo Pietropolli Charmet, uno dei più importanti psichiatri e psicoterapeuti italiani e da Mario G.L. De Rosa, direttore STDP AV3 di Civitanova Marche. Gli incontri sono presentati da lrene Costantini, psicologa dei Centri per Minori e Comunità Pars, con la collaborazione delle psicoterapeute Pars, Laura Baiocco e Rossella Mastromauro. Si inizia giovedì 10 giugno con il tema "Fragili e iperconnessi”; seguiranno lunedì 14 giugno "Cyber bullismo e alienazione digitale” e venerdì 18 giugno, "Gli adulti e la rete”.

I tre appuntamenti sono alle ore 21.15, in modalità online sulla piattaforma Zoom. “È molto importante, soprattutto in questo periodo, offrire ai genitori occasioni di incontro e di formazione su temi fondamentali come il rapporto dei giovani con la rete e i social - spiega Nicoletta Capriotti, presidente Pars onlus -. La rete è certamente possibilità di incontro e di condivisione ma allo stesso tempo costituisce un luogo in cui la comunicazione può diventare irresponsabile. Abbiamo invitato a parlarne due personalità autorevoli nel loro settore, il prof. Pietropolli Charmet e il dr. De Rosa. Questi incontri sono per noi l'inizio di un lavoro su queste e altre tematiche a partire da settembre prossimo”.

“A gennaio 2019 è stato pubblicato da Wearesocial e Hootsuite il report annuale sul mondo Digital. Sin dai primi dati, il quadro appare chiaro: il mondo si sta trasformando in un’unica rete iperconnessa, in cui le barriere del tempo e dello spazio vengono abbattute a favore dell’immediatezza e dell’ubiquità - commenta la psicologa Irene Costantini -. Gli utenti iperconnessi trascorrono in media 8 ore e 33 minuti ogni giorno online su cellulari, PC, laptop e tablet. Come psicologa dei Centri per minori e delle Comunità Terapeutiche, ma anche come genitore, percepisco il bisogno di interrogarci e formarci su questo tema, affinché possiamo conoscere il cambiamento digitale in atto, il dna dei nostri ragazzi e gli eventuali segnali precoci di disagio che ci comunicano”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2021 alle 11:12 sul giornale del 04 giugno 2021 - 151 letture

In questo articolo si parla di attualità, corridonia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b5Dy





logoEV
logoEV