contatore accessi free

Dal racconto di Cazzullo alle letture rock di Piero Pelù: Urbisaglia accende l'estate con Dante Alighieri

3' di lettura 29/06/2021 - Teatro, parole e musica a Urbisaglia, città dantesca citata nel XVI canto del Paradiso, per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.

Da sabato 3 a sabato 10 luglio, l’anfiteatro romano, la Rocca e piazza Salvia saranno lo scenario per una settimana dedicata al padre della lingua italiana. Dal racconto teatrale “A riveder le stelle” di Aldo Cazzullo, accompagnato dalle letture rock della Divina Commedia targate Piero Pelù, allo spettacolo del Liceo artistico Cantalamessa di Macerata “Trasumanar…oltre Dante”.

Dall’Inferno al Paradiso. Non solo Dante, però. La stagione proseguirà dal 15 luglio al 10 agosto con la XXII edizione del Teatro classico antico e attori come Massimo Popolizio, che porta in scena “La caduta di Troia” in esclusiva regionale, o Edoardo Siravo che ridà vita al “Prometeo” di Eschilo. Il calendario, organizzato dal Comune di Urbisaglia, è frutto del gioco di squadra tra Amat (Associazione marchigiana attività teatrali), Tau (Teatri antichi uniti), Regione, Ministero per i beni e le attività culturali e Form (Fondazione orchestra regionale delle Marche). “Una stagione di qualità – spiega l’assessore alla cultura Cristina Arrà – che segna il ritorno dello spettacolo dal vivo dopo un lungo periodo di forzato silenzio del mondo culturale per la pandemia. Il tutto, in un patrimonio comune di bellezza: il Parco archeologico di Urbs Salvia, il più grande e scenografico delle Marche, meta turistica di visitatori italiani e stranieri. Ma per le celebrazioni di Dante sarà coinvolta tutta la città, sempre nel rispetto delle normative anticontagio, con una serie di appuntamenti che rappresentano un viaggio tra letteratura, sentimenti, paure e pensieri di donne e uomini dei tempi antichi e di quelli presenti, sempre attuali”.

D’altronde Urbisaglia è stata anche citata da Roberto Benigni lo scorso aprile, durante la lectio all’Unimc su Dante, come luogo in cui verrebbe a vivere. Il viaggio inizia questo sabato, alle 21.30 all’Anfiteatro: “A riveder le stelle” di e con Aldo Cazzullo e la partecipazione di Piero Pelù, alla scoperta del “poeta che inventò l’Italia”.

Domenica 4, lunedì 5 e martedì 6 luglio ci si sposta alla Rocca medievale, dove, sempre alle 21.30, il regista Francesco Facciolli e la compagnia teatrale Fabiano Valenti presentano “Paradiso XVI: polvere e vento”, spettacolo costruito proprio intorno ai versi che citano la città di Urbisaglia. Si resta nel centro storico mercoledì 7, giovedì 8 e venerdì 9, ma in piazza Salvia: alle 21.30 la Compagnia della Marca propone in chiave pop “Dante, Paolo e Francesca: dritto e rovescio” per la regia di Roberto Rossetti, con ingresso gratuito. Infine, sabato 10 luglio all’Anfiteatro, il Liceo artistico di Macerata porterà gli spettatori tra i mondi danteschi; la regia è di Fabiana Vivani, mentre costumi e scenografia sono curati dagli stessi studenti. Il programma prosegue fitto all’Anfiteatro con le opere di teatro classico antico. Martedì 20 luglio vedremo Massimo Popolizio in “La caduta di Troia” dal II libro dell’Eneide e sabato 24 Edoardo Siravo porterà in scena “Prometeo”. La Form, l’Orchestra filarmonica delle Marche, sarà protagonista giovedì 29 luglio con “Musica per immagini” e martedì 10 agosto con “Dance, la musica che balla!”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2021 alle 11:19 sul giornale del 30 giugno 2021 - 228 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, urbisaglia, Comune di Urbisaglia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/b9kC





logoEV
logoEV
qrcode