contatore accessi free

Smart Working fino a fine anno: ecco alcune idee per lavorare meglio da casa

2' di lettura 17/08/2021 - Lo smart working ormai lo conoscono tutti, è infatti una condizione lavorativa che abbiamo imparato a conoscere bene dopo gli eventi legati alla pandemia. Ora che il lavoro da casa ha avuto una proroga fino alla fine di quest’anno, vediamo insieme qui di seguito come prepararsi al meglio con alcuni consigli per ottimizzare questa esperienza lavorativa.

Lo smart working prorogato al 31 dicembre

Il nuovo emendamento del ministero del Lavoro ha annunciato che lo smart working avrà una proroga fino al 31 dicembre anche per il settore privato, allungando così per altri mesi. Lavorare da casa è una condizione che alcuni cittadini già conoscono, ma per altri diventerà abitudine a breve, visto che secondo una ricerca del Politecnico di Milano si parla di lavoro agile in arrivo per ben 5 milioni di lavoratori. Per prepararsi al meglio allo smart working, innanzitutto, è necessario avere una connessione internet a casa facile da gestire, come la rete wifi senza telefono di Linkem, per citarne una. In questo modo si parte nel migliore dei modi a lavorare con queste nuove modalità, l’importante è che lavoratori e aziende si organizzino per procedere senza alcune difficoltà.


Come rendere migliore l’esperienza lavorativa in smart working

Ci sono delle piccole accortezze che si possono prendere per rendere migliore l’esperienza lavorativa in smart working, tra queste consigliamo:

Fare molte pause e muoversi: infatti quando si lavora da casa alcune volte ci si dimentica della “pausa caffè”, che solitamente si utilizza in ufficio per interrompere il lavoro per qualche minuto. Perciò è una buona abitudine anche a casa quella di alzarsi dalla postazione di lavoro e muoversi, magari con la scusa di caricare la lavatrice, rifare il letto o ritirare la posta. Se ricevete delle telefonate, ricordatevi di parlare in piedi, passeggiando per la stanza, anche questo può aiutare a sgranchire gambe e schiena.

Restare in contatto con i propri colleghi: è essenziale non perdere l’abitudine di avere un contatto con i colleghi o il proprio gruppo di lavoro. Perché se in ufficio si può scambiare delle chiacchere prima e dopo il lavoro, con lo smart working è facile dimenticarsene e scambiarsi solamente mail che riguardano l’azienda.
Usare magari la scusa di fare una pausa, telefonando ai colleghi per parlare di cose non riguardanti propriamente il lavoro, per mantenere il solito equilibrio.

Non permettere al lavoro di monopolizzare la tua giornata: perché quando si lavora da casa non ci sono orari e addirittura si perde la cognizione del tempo. Ma questo non deve succedere, perciò creare anche con lo smart working un piano di lavoro, con un orario oltre il quale non vi impegnerete più a lavorare ma dare attenzioni alla vostra vita quotidiana.


   

di Redazione





Questo è un articolo pubblicato il 17-08-2021 alle 00:45 sul giornale del 16 agosto 2021 - 56 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/cfbd


logoEV
logoEV