contatore accessi free

Luconi (Comitato centro storico Tolentino): "Incomprensibile attacco nei miei confronti"

4' di lettura 24/08/2021 - Allora, facciamo un breve riassunto: un presidente di comitato di quartiere deve tacere, più o meno su tutto ciò che riguarda quartiere e città, accettare supinamente con gli altri residenti le decisioni calate dall’alto dell'amministrazione comunale, astenersi dal presentare proposte perché loro sanno già cosa fare.

Questa è la visione, in linea di massima, che il Sindaco ha del rapporto comune-cittadinanza. La realtà, quella vera è che girando per la città situazioni di degrado si trovano un po' ovunque. Il Sindaco sa tutto il da farsi e noi poveri cittadini sudditi, dobbiamo stare zitti, perché non capiamo niente? Non capiamo le cose “maestose” che l’A.C. sta facendo e che vuole continuare a fare su questi binari?

Riguardo alla presentazione e illustrazione del PSR (47milioni Euro) ho ritenuto opportuno venire ad ascoltare per conoscere, prendere appunti per poi discuterne con i componenti il Comitato. Le eventuali critiche-obiezioni non vengono fatte aprioristicamente, ma dopo attenta valutazione degli argomenti trattati. Il Comitato redige relazioni e dopo approvazione vengono presentate. Una domanda: alla programmazione e scelte, sono state coinvolte le Commissioni Comunali?

Riguardo l’elenco delle opere riproposto ne cito tre, per le altre il Comitato si riserva di rispondere dopo confronto con cittadini e componenti socio-economiche. Il recupero del Torrione (210.000 mila euro) vorrei ricordare e far conoscere ai cittadini che parte della somma è frutto di una donazione del Comune di Aosta (lug.2017); il recupero dell’area verde di via Flaminia, parte della somma utilizzata è donazione del comune ungherese di Nagykoros, gemellaggio con la nostra città (giu.2018); finanziamento per il restyling giardini “John Lennon” (180.000 mila euro) con il taglio di 24 piante.

Solo dopo l’intervento del comitato, di associazioni e cittadini contrari al taglio, abbiamo registrato un dietro front, con conferimento incarico di perizia ad un professionista, non come fatto a priori “in forma visiva”. La perizia ha di fatto sconfessato totalmente quanto era nelle intenzioni e messo in programma, le piante non devono essere tagliate, ma hanno solo bisogno di manutenzione, cosa che non è stata fatta precedentemente e nel periodo del Suo mandato. Quindi eccomi di nuovo a rispondere al Sig. Sindaco che si permette di appellare con epiteti assai poco gratificanti chi non tace e non acconsente su tutto ciò che fa.

Lei mi definisce “narratore?” Io non scrivo storie, quello che trasmetto non mi risulta essere frutto di appelli disperati e intrisi di alterazioni, come Lei dice, è la realtà vera che viviamo quotidianamente, perché siamo tra la gente, a contatto con i cittadini. La ringrazio per i termini da lei usati, non si usano certo per fare complimenti, ma offrono l’occasione per constatare che la carica che Lei ricopre non è certo confacente alle esternazioni che rivolge ad un cittadino. Si può parlare di temi, contenuti tecnici, ma cosa c’entra tirare in ballo le proprie famiglie, tra le quali c’è stato sempre un buon rapporto, a maggior ragione questi attacchi sono davvero privi di senso. Domande, confronti, proposte non si possono liquidare buttando tutto nei trincia carta per evitare di rispondere ai vari punti o questioni sollevate.

E’ incomprensibile come si possa attaccare un cittadino che si preoccupa di portare istanze, frutto del lavoro svolto dai componenti il comitato di quartiere e che hanno a cuore la città in tutti gli aspetti. Comunque La informo ancora una volta che il sottoscritto non fa parte di nessuna coalizione, non ha tessere di partito o affezioni politiche, non intendo farmi affibbiare etichette che non ho. Parlo da libero cittadino, con correttezza ed educazione, senza offendere nessuno per il compito conferitomi dai residenti. Non è più lecito esprimere i propri pareri con tanto di argomentazioni valide ed attuabili? Certe esternazioni non offendono solo me ma tutti quei cittadini che vogliono sentirsi considerati e parte attiva della città di Tolentino.


   

da Luigino Luconi
Comitato centro storico Tolentino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-08-2021 alle 12:45 sul giornale del 25 agosto 2021 - 208 letture

In questo articolo si parla di politica, tolentino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/cf7x





logoEV
logoEV