Centro per il volontariato europeo, nel nuovo consiglio c’è anche il presidente del CSV di Macerata

2' di lettura 15/09/2021 - Un ruolo ancora più attivo per il CSV Marche all’interno del CEV (Centro per il volontariato europeo). Daniele Antonozzi, consigliere del Centro servizi per il volontariato regionale e presidente Delegazione provinciale CSV di Macerata, è stato infatti eletto nel nuovo consiglio del CEV, durante il congresso autunnale dell’ente, tenutosi il 13 e 14 settembre a Berlino.

Il CEV, istituito nel 1992, è la rete europea di oltre 60 organizzazioni dedicate alla promozione e al sostegno dei volontari e del volontariato in Europa, a vari livelli, locale, nazionale ed europeo appunto: tra i membri italiani c’è anche CSV Marche, che con Antonozzi (nella foto è l'ultimo a destra) ha preso parte al meeting internazionale svoltosi non a caso a Berlino, capitale europea del volontariato 2021. Nella seconda giornata di lavori, l’assemblea generale del CEV ha nominato 6 nuovi componenti del consiglio per i prossimi 4 anni, con l’ingresso, per la prima volta, di un esponente del CSV Marche: un board internazionale di 12 membri da tutta Europa, in cui Antonozzi è uno dei due componenti italiani.

“É stata un’occasione importante, non solo per il rinnovo del consiglio, di cui sono onorato di far parte, ma anche perché si è approvato un documento programmatico con alcuni temi e obiettivi guida per il volontariato europeo da qui al 2030 – commenta Daniele Antonozzi – In passato ho vissuto un’esperienza di cooperazione internazionale europea e negli ultimi tempi, all’interno del CSV Marche, ho approfondito proprio la conoscenza dei progetti europei, inoltre credo molto nel valore del confronto e dello scambio di idee e buone prassi per far crescere il volontariato sul piano europeo… per questo ho voluto mettermi a disposizione all’interno del Cev, e spero di dare un contributo utile per la promozione e lo sviluppo del volontariato in Europa”.

Nella due giorni berlinese, alla quale hanno partecipato volontari e rappresentanti di organizzazioni della società civile, comuni e istituzioni dell'Ue, oltre all’assemblea generale CEV, si sono tenuti anche un tour per conoscere le diverse realtà di volontariato attive in città, la conferenza “Revive – Rivelare i valori europei negli eventi di volontariato” e la presentazione delle città candidate a capitale europea del volontariato 2023, tra cui Asti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2021 alle 15:22 sul giornale del 16 settembre 2021 - 155 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi per il volotariato, csv marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjlf





logoEV
logoEV