L'arte di Natali da Corridonia a Roma (foto)

2' di lettura 18/09/2021 - Tappa romana, con mostra e presentazione, per l’artista di Corridonia Silvio Natali.

Medico in pensione, Natali ha impreziosito l’inaugurazione della sua personale a palazzo Velli, a Trastevere organizzata dalla galleria Arte Borgo, con un concerto di voce e piano del Maestro Marco Werba e Valentina D’Antoni. La mostra rimarrà aperta fino al 30 settembre, curata da Anna Isopo, Lucrezia Cattani ed Alessandra e Antonio Esposito, è stata presentata dalla storica dell'arte Laura Turco Liveri. Nel corso dell’inaugurazione, Natali ha inoltre presentato al pubblico la sua prima pubblicazione, il racconto satirico “Operazione accompagnamento”, edito da Seri editore.

“Il linguaggio di Silvio Natali è sinestetico. Collega il colore e la forma alla musica. Da questo il titolo della mostra, “Colonna sonora”. Come scriveva Kandinsky, i colori qui assumono valenze sonore e, associati al tracciato lineare, modulano andamenti che si trasfigurano in veri e propri corpi melodici. D’altronde, come molti pittori, Natali dipinge con la musica in sottofondo, seppur non c’è mai un diretta corrispondenza fra testo musicale e soggetto dipinto - ha detto in apertura il critico d’arte Laura Turco Liveri - la sua singolarità sono i cieli, che trascendono i confini della tela. Natali ci porta in un paesaggio interiore, spesso oltre il nostro. Le sue figure, nei quadri, osservano sempre qualcosa di ulteriore, e i quadri più geometrici tracciano ed intersecano sempre più di un piano, con scene sullo sfondo”.

Riguardo alla scrittura, che in Operazione accompagnamento racconta umoristicamente alcuni tentativi truffaldini di ottenere invalidità civili, Natali racconta: “Sono vicende che ho vissuto personalmente, avendo fatto io parte della commissione che giudica se una persona sia o meno idonea a ricevere qualche sussidio”.

E dice, sul rapporto fra pittura e scrittura: “Sono due arti che in me vivono in simbiosi. I quadri cercano sempre di raccontare qualcosa, così come la scrittura si nutre di immagini. Al di là di questo, ho scritto fin da ragazzo. Ho un corposo romanzo inedito, delle fiabe, poesie e poemi. Arte e scrittura, in me, non sono mai scisse”.

(clicca sulle immagini per ingrandire)


di Lorenzo Fava
redazione@viveremacerata.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2021 alle 18:24 sul giornale del 20 settembre 2021 - 468 letture

In questo articolo si parla di attualità, corridonia, comunicato stampa, lorenzo fava

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjYL