Quarta vittoria di fila per la Paoloni Macerata

5' di lettura 22/11/2021 - Quarta vittoria consecutiva per la Paoloni Macerata che espugna d'autorità il campo di Alba Adriatica; un primo set in controllo per i biancorossi che poi han dovuto lottare con le unghie e con i denti per avere la meglio sugli abruzzesi nel secondo parziale, vinto solamente ai vantaggi, per poi dominare il campo da metà del terzo periodo in poi.

Tre punti che fanno viaggiare a gonfie vele in cima alla classifica la formazione biancorossa, seppur in coabitazione con la Bontempi Casa Netoip Ancona, e che ora potrà sfruttare il fattore campo dato che sarà attesa da due impegni casalinghi: Sabato prossimo arriverà al Palasport di Contrada Fontescodella la Titan Services San Marino e poi, il Sabato successivo, sarà la volta della GS Pallavolo Sabini Castelferretti.

Passiamo alla cronaca del match: coach Giganti schiera, come di consueto, la sua formazione tipo con Claudio Stella in cabina di regia opposto a capitan Riccardo Tobaldi, Bernardo Calistri e Federico Uguccioni schiaccitori ricevitori, Paolo Biagetti ed Alessio Persichini centrali, Dylan Leoni libero; dall'altra parte della rete coach Alessandro Brutti risponde con Marco Pugliatti in diagonale a Marcello Di Felice, Matteo Rossetti ed Alessio Ragoni in banda, Alessio De Matteis e Mirko Traini al centro, Tommaso Cacchiarelli nel ruolo di libero. Macerata prova a spingere subito e con Calistri si porta sul 2-4 mentre Di Felice spara out regalando il 4-7 agli ospiti; Alba inizia a carburare e recupera lo svantaggio impattando a quota 8 grazie ad un muro del suo opposto ma i marchigiani non si danno per vinti ed accelerano in maniera prepotente con Biagetti ed Uguccioni che firmano il 9-13 mentre Tobaldi ed un altro punto, stavolta a muro, di Biagetti valgono il 9-15 per la Paoloni. L'Iseini Volley, sospinta da Ragoni e Di Felice (rispettivamente 5 e 7 punti per loro nel set), recupera fino al 18-20 costringendo coach Giganti a chiamare timeout ma alla ripresa del gioco due errori degli abruzzesi e l'ace di Persichini portano Macerata al set point (18-24); De Matteis annulla la prima possibilità per chiudere ai maceratesi ma Di Felice sbaglia il servizio e pone fine al parziale d'apertura con il punteggio di 19-25. Al cambio di campo c'è ancora equilibrio nella parte iniziale: Tobaldi prova a dare uno strappo (5-8) ma l'ace di Di Felice riporta Alba Adriatica a -1 (9-10); la Paoloni reagisce immediatamente e trova il cambio palla con Biagetti (9-11) per poi provare la fuga con il muro di Stella (10-14) ed il contrattacco vincente di Calistri che costringe coach Brutti a chiamare la sospensione del gioco (11-16). Al rientro in campo i padroni di casa prendono coraggio e, sospinti dal solito duo Ragoni - Di Felice, recupera fino al -1 (17-18) con coach Giganti che, a sua volta, deve chiamare il timeout; alla ripresa delle ostilità Ragoni fallisce per due volte la possibilità di pareggio regalando prima il 17-19 e poi il 18-20 ai marchigiani che poi allungano sul +3 (18-21) grazie ad una difesa lunga di Tobaldi caduta in uno spazio non coperto dagli abruzzesi. L'Iseini di questo set è diversa da quella rinunciataria del parziale di apertura, non molla la presa ed agguanta la parità a quota 21 approfittando di due regali dell'opposto della Paoloni la quale, però, reagisce subito e ritrova il +2 sul 22-24 grazie alla conclusione vincente di Calistri ed all'errore in attacco di Rossetti; quando il set sembra ormai finire ecco arrivare la reazione d'orgoglio dei padroni di casa che, con due punti consecutivi di Di Felice, porta il parziale ai vantaggi ma Macerata è decisa a chiudere in proprio favore questa frazione e lo fa subito con Calistri che firma il decisivo 24-26.

Il terzo periodo inizia all'insegna dell'equilibrio: la Paoloni prova in un paio di occasioni ad allungare con Uguccioni che prima attacca per l'8-10 e poi pesca l'ace del 10-12 ma in entrambe le volte gli abruzzesi riescono a pareggiare i conti sempre con Rossetti (10-10 e 14-14); due errori consecutivi dei padroni di casa regala un nuovo vantaggio ai marchigiani che allungano sul 14-17 mentre Storani, subentrato al servizio, sigla l'ace del 15-19 che costringe coach Brutti a chiamare la sospensione tecnica. Alla ripresa del gioco Macerata diventa padrona del campo ed aumenta il gap con Tobaldi in attacco e Biagetti a muro che consentono ai maceratesi di viaggiare sul +6 (15-21); per Alba Adriatica è buio pesto e due loro errori in attacco chiudono il set 16-25 ed il match con un veloce 0-3.

Altri tre punti per questa meravigliosa Paoloni che conquista così la quarta vittoria consecutiva e continua la sua marcia in vetta alla graduatoria in coabitazione con la Bontempi Casa Netoip Ancona; sabato prossimo, i biancorossi torneranno tra le mura amiche per la prima di due partite consecutive in casa: alle ore 17:00 arriverà la Titan Services San Marino che in graduatoria occupa la quarta posizione a tre punti di distanza dai maceratesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2021 alle 13:29 sul giornale del 23 novembre 2021 - 117 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, comunicato stampa, volley macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cvzT





logoEV