Macerata Jazz, bilancio positivo

3' di lettura 26/11/2021 - Tanto pubblico in 16 concerti e 70 musicisti coinvolti in 10 diverse location. Questi i numeri di Macerata Jazz con il format di programmazione estiva ed invernale.

"Dopo un anno di pausa forzosa, il 2020, dovuta alle misure di contenimento della pandemia – racconta Daniele Massimi, presidente di Musicamdo Jazz e direttore artistico della rassegna Macerata Jazz – da giugno di quest’anno siamo tornati al piacere della musica dal vivo. Pur limitati dai protocolli siamo tornati a condividere, musica e cultura, momenti ed emozioni non solo tra chi il jazz lo ama da sempre, ma anche tra chi lo scopre per la prima volta magari in occasione di uno degli aperitivi “Il gusto del Jazz”. Grazie alla collaborazione con le attività commerciali del centro storico i concerti aperitivo hanno avuto il doppio ruolo di aprire la rassegna alla città e di aiutare la ripresa dei ristoratori dopo il periodo complicato delle chiusure. Siamo contenti dei risultati ottenuti, del successo riscosso e dell’adesione di pubblico. Un ricco programma di concerti con tanti giovani artisti di grande valore, artisti marchigiani e le star internazionali sono venute a Macerata a presentare i loro nuovi progetti artistici".

"Con soddisfazione registriamo un rinnovato percorso dedicato al jazz in città, alla musica più in generale e agli appassionati di un genere unico e sempre in continuo rinnovamento – ha aggiunto l’assessore alla Cultura del Comune di Macerata Katiuscia Cassetta - Musicamdo Jazz ha dato vita a un ricco calendario di concerti di qualità in città distribuiti tra l’estate e l’autunno che hanno coinvolto tanti giovani e appassionati. Il suo successo è il segno tangibile di una collaborazione proficua tra vari attori con lo scopo di animare vari spazi; siamo già al lavoro, tutti insieme, per svelarvi presto altre importanti novità per la prossima stagione".

La doppia rassegna, estiva nel bellissimo spazio Orto dei Pensatori messo a disposizione da UNIMC e autunnale nella roccaforte dello spettacolo dal vivo cittadino, il Teatro Lauro Rossi, nonché le tappe nei locali del centro storico, ha raccolto interesse ed adesione contribuendo ad alimentare il clima di rinascita e ripresa della vita sociale e culturale cittadina. "La collaborazione con l’Università degli Studi di Macerata – puntualizza Daniele Massimi – continua a sviluppare un legame forte con il territorio, attraverso le attività del laboratorio ImproveIsAction che permette di vivere da vicino lo spettacolo dal vivo, incontrare gli artisti e approcciare i primi rudimenti della comunicazione. Sempre nell’ottica del coinvolgimento dei giovani e degli universitari con l’Assessore Cassetta e UNIMC abbiamo anche altri interessanti progetti in cantiere".

Intanto, dopo la pausa natalizia, il 5 gennaio al Lauro Rossi, Macerata Jazz chiude la rassegna invernale con “Swingin’ Christmas”, il concerto della Musicamdo Jazz Orchestra diretta da Luca Pecchia, un progetto musicale di grande qualità ed identità territoriale, che vede ospite la magnifica voce di Alessandra Doria. La big band marchigiana sarà protagonista della puntata di Linea Verde che andrà in onda su Rai Uno sabato 18 dicembre.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2021 alle 13:37 sul giornale del 27 novembre 2021 - 126 letture

In questo articolo si parla di cultura, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cwBR





logoEV
logoEV