Sostenibilità urbana, Tolentino protagonista a Roma

5' di lettura 30/12/2021 - Presentato a Roma il primo position paper sulla “Sostenibilità urbana” di Green Building Council Italia, che mira a delineare lo stato dell'arte delle città sostenibili, dei suoi punti di forza e degli strumenti idonei per misurare qualità ambientale e benessere sociale. L’evento è stato organizzato con il patrocinio di Comune di Roma, Agenda 21 e Roma Servizi per la Mobilità e con il supporto di Greenwich, Panasonic, Sequas e Tema Sistemi. Media Partner: Askanews e Ingenio.

Nel 2050 gli abitanti del pianeta che vivranno in aree urbane raggiungeranno - secondo le proiezioni UN - i 6,7 miliardi e rappresenteranno il 68% della popolazione mondiale (che dovrebbe arrivare a circa 10 miliardi di persone). Sebbene le città occupino solo il 2% della massa continentale del pianeta, consumano oltre il 65% dell'energia mondiale e rappresentano oltre il 70% delle emissioni globali di CO2 prodotte dall'uomo. Una definizione universale e operativamente applicabile di “città sostenibile” è in continua evoluzione. Tuttavia, GBC Italia fissa nel suo position paper un insieme di “attributi” dai quali partire per costruire politiche e strategie per una decisa transizione ecologica in grado di aumentare concretamente le capacità di resilienza, sostenibilità e salubrità dell’ambiente costruito. Il tutto è rinchiuso in sette green rules anche perché la complessità dell’ambiente urbano richiede una valutazione “sistemica” della sostenibilità declinata in un set di criteri misurabili, verificabili e certificabili e per questo trasparenti. Il comparto dell'edilizia e del Real Estate, sostenuto dal Next Generation EU, è chiamato ad una trasformazione culturale epocale delle nostre città per raggiungere gli obiettivi del Green Deal.

All’interno di questo importante progetto sono inserite diverse opere che riguardano la Città di Tolentino tra cui il Palazzo comunale, la Villa Gabrielli, la sistemazione della Stazione ferroviaria e la realizzazione della nuova fermata della linea “Civitanova Marche – Fabriano”, in zona Pace, la nuova scuola Don Bosco. “Con questo evento abbiamo voluto indicare la strada di un processo di rinnovamento green e dare forma, attraverso il coinvolgimento di 21 relatori di alto livello, a possibili mappe di riferimento per interpretare la complessità del presente e costruire già oggi le città del domani” ha commentato il Presidente di GBC Italia Marco Mari.

“L’Italia è uno dei paesi leader nella diffusione dei green building certificati, accettando di misurarci con protocolli internazionali emerge tutta la qualità progettuale e costruttiva delle nostre filiere. Prendendo come riferimento il più diffuso protocollo di certificazione energetico-ambientale nel mondo, il rating LEED, ci si accorge di come l’Italia negli ultimi anni sia rapidamente diventata leader in Europa per i progetti registrati e certificati. Dall’inizio del 2020 l’Italia è in cima alla classifica con 281 nuovi edifici registrati per ottenere la certificazione, a seguire Spagna con 219 e Germania con 79 In Italia il numero complessivo di progetti sostenibili della famiglia LEED-GBC è di oltre 1144 di cui oltre 412 già arrivati a certificazione”.

All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, il Viceministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Teresa Bellanova, il Senatore Agostino Santillo, membro della 8ª Commissione permanente (Lavori pubblici, comunicazioni), Sergio Mazza del Ministero della Cultura, Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente di Fondazione UniVerde, l’On. Gianluca Rospi, membro della IX Commissione (trasporti, poste e telecomunicazioni) e l’On. Raffaella Paita, Presidente Commissione permanente IX Trasporti.

Il Sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi è intervenuto per illustrare gli interventi che si ispireranno ai principi di “Sostenibilità urbana” di Green Building Council Italia. "Ancora più in questo periodo di pandemia – ha detto - veniamo richiamati alla necessità di passare dallo sfruttamento della natura alla sua guarigione, da un approccio degenerativo ad un nuovo approccio rigenerativo. Serve per dare ai nostri cittadini e alle future generazioni un futuro in cui sia possibile ridurre la povertà energetica e decarbonizzare l’ambiente costruito iniziando dai “sistemi edificio” e proseguendo ai più complessi insediamenti urbani, siano questi grandi o piccole città. Tra gli edifici che necessitano di una riqualificazione figura anche il simbolo della nostra Comunità, il Palazzo Comunale, edificio realizzato nel medioevo che oggi necessità di un consolidamento sismico ed un restauro conservativo. Trattandosi di un edificio pubblico, i lavori sono soggetti al rispetto dei Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia (CAM Edilizia) emanati dal Ministero della transizione Ecologica ma come Sindaco ho voluto dare un ulteriore forte messaggio, che credo sia più coerente con la linea voluta dal Commissario di Governo per il Sisma 2016, Giovanni Legnini, ma che soprattutto rappresenti al meglio lo sforzo che tutti noi dobbiamo fare per ridurre gli impatti sul clima".

"In tal senso ho voluto che i processi di progettazione e restauro siano realizzati in conformità al protocollo “GBC Historic Building” al fine di perseguire la autorevole certificazione di sostenibilità del Green Building Council Italia. Inoltre – ha proseguito Pezzanesi - anche i processi di progettazione e realizzazione della nuova scuola seguiranno i Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia (CAM Edilizia) emanati dal Ministero della transizione Ecologica e la rendicontazione e certificazione e mediante il protocollo energetico-ambientale internazionale denominato “LEED for School”. Vogliamo che la rigenerazione della nostra città sia da esempio per tutti, perché crediamo che i processi di rigenerazione debbano essere misurati per gli effetti che hanno sulle persone e sull’ambiente, soprattutto ora che il PNRR ci mette a disposizione ingenti risorse non possiamo sbagliare. Non possiamo più permetterci un approccio “in-sostenibile”, anche e soprattutto per una piccola città di provincia come Tolentino per cui ci sentiamo di dover progettare un futuro più resiliente, sostenibile e salubre per tutti i cittadini di oggi è di domani".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2021 alle 15:10 sul giornale del 31 dicembre 2021 - 127 letture

In questo articolo si parla di attualità, tolentino, Comune di Tolentino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cCKR





logoEV
logoEV