Macerata festeggia i 100 anni della maestra Hena

3' di lettura 20/01/2022 - Ha spento ieri le cento candeline Hena Marchegiani, maceratese che per 40 anni è stata una maestra delle scuole elementari formando intere generazioni. Ieri, la signora Marchegiani, nel rispetto delle norme anti-contagio, ha ricevuto la visita del sindaco Sandro Parcaroli, del presidente GEA Luca Nardella, del figlio Stefano Pasquali e della fisioterapista che l'ha seguita nel suo percorso Silvia Giampieri.

La centenaria, che vive da sempre con i suoi tre figli, da sei anni è malata di Alzheimer e da due, grazie al progetto "Resto a Casa" della GEA, ha iniziato a beneficiare dei servizi della cooperativa a livello sanitario e assistenziale. La Cooperativa Sociale GEA A r.l. (Onlus) di Macerata, a completamento della sperimentazione, promuove l'innovativo progetto denominato Resto a Casa che permette ad alcune famiglie della città che convivono con una persona non autosufficiente con diagnosi di Alzheimer, di ricevere gratuitamente assistenza a domicilio per un anno. L'iniziativa è cofinanziata da FESR MARCHE - POR 2014-2020.

"E' per noi motivo di grande soddisfazione essere riusciti a contribuire al miglioramento qualitativo di vita di Hena che ci ripaga appieno del lavoro svolto in questi anni — ha dichiarato il Presidente della GEA Luca Nardella - risultato ottenuto grazie anche al supporto delle Fondazioni e dell'Amministrazione Regionale che hanno creduto nel progetto. Come ben definisce il nome del progetto il nostro obiettivo è aiutare le persone nel loro ambiente familiare "la casa"".

"Hena trascorreva le sue giornate a letto o in carrozzine e grazie all'intervento della fisioterapia e dell'assistenza della GEA si sono iniziati a vedere i primi e ottimi risultati — ha raccontato la fisioterapista che segue la centenaria, Silvia Giampieri -. Dal suo sguardo si riesce ora a leggere il piacere, evocando vivo il ricordo di un'azione a lei ancora ben nota. A tutte le famiglie che hanno in casa un malato, vorrei dire che insieme si può gestire una malattia e che amore ed empatia sono fondamentali. Un ringraziamento alla Cooperativa che rende possibile tutto ciò e ai familiari che strettamente collaborano insieme ai professionisti".

Nello specifico la Cooperativa GEA, di comune accordo con le istituzioni che collaborano per la realizzazione del progetto, ha selezionato 15 famiglie che per 12 mesi hanno a disposizione gratuitamente servizi sanitari e un'équipe di professionisti per l'assistenza domiciliare, volta ad ottenere il miglior benessere possibile per l'assistito e per il familiare che se ne prende cura. L'assistenza è inoltre personalizzata in base alle esigenze individuali. Il progetto è cofinanziato dalla Regione Marche, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Macerata, il Distretto Sanitario - ASUR Area Vasta n.3, l'Ambito Territoriale Sociale 15 e I'IRCR - Azienda Pubblica di Servizi alla Persona - Macerata. La GEA, con Resto a Casa, intende sensibilizzare l'opinione pubblica portando la malattia all'attenzione di quante più persone possibili.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2022 alle 12:31 sul giornale del 21 gennaio 2022 - 188 letture

In questo articolo si parla di attualità, macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cGll





logoEV
logoEV