contatore accessi free

Premiati i migliori giovani traduttori di latino umanistico: protagonisti diversi alunni tolentinati

4' di lettura 16/03/2022 - Premiati ieri, martedì 15 marzo, i vincitori della quinta edizione del Certamen Philelfianum, il primo concorso nazionale di traduzione di testi umanistici latini destinato al triennio finale dei licei classici d’Italia, scaturito dalla stretta sinergia fra il Liceo Classico dell’IIS “F. Filelfo” di Tolentino, con il coordinamento di Claudia Canestrini, Laila Boldorini e Paolo Paoloni, l’Associazione dei “Filelfiani” presieduta da Carlo Conti e il Dipartimento di studi umanistici dell’Università di Macerata, sotto la direzione scientifica di Silvia Fiaschi, titolare della cattedra di letteratura latina medievale e umanistica. Alti sia la partecipazione, che ha interessato diversi istituti del territorio nazionale, sia il livello degli elaborati, a giudizio della commissione composta dai docenti Fiaschi, Giuseppe Flammini e Claudio Micaelli.

La premiazione, ospitata nell’aula magna della sede di filosofia e introdotta dai saluti del rettore Francesco Adornato, del direttore del Dipartimento di Studi Umanistici John McCourt, è stata arricchita dalla relazione “Un mondo tutto per sé. Riflettendo su Poggio Bracciolini, Enea Silvio Piccolomini, Bartolomeo Platina” tenuta da Riccardo Bruscagli, professore emerito dell’Università di Firenze e insigne italianista, che ha illustrato l’ttualità dei brani proposti quest’anno agli studenti, sottolineando la vitalità di questa tradizione letteraria, troppo spesso posta ingiustamente ai margini dei percorsi formativi. Alla valorizzazione del latino medievale e umanistico contribuiscono adesso anche i “Quaderni del Certamen”, il progetto editoriale di cui è stato presentato il primo numero, “Dovere civile e diritto alla poesia”, Quodlibet 2022, destinato ad accogliere anche le prove migliori svolte dagli studenti in gara, espressione efficace dell’interazione fra scuola, università, mondo della ricerca e mondo della comunicazione, secondo un’ottica inclusiva.

”In un momento storico così delicato e tragico - ha detto Silvia Fiaschi – l’esperienza del Certamen Philelfianum ha senso perché, così come è nata, continua ad alimentarsi di dialoghi e di incontri, strumenti e mezzi essenziali di cui ognuno di noi può disporre per affrontare le sfide del nostro tempo, ma la cui reale competenza si può acquisire solo partendo dall’attenzione e dalla cura di prossimità, nella palestra delle comunità piccole e grandi che solo attraverso queste attitudini si costruiscono e in cui tutti possono fare la loro parte”.

La scuola, dunque, nel suo valore assoluto secondo i principi della paidèia umanistica, è stata al centro della cerimonia, aperta e chiusa dalla performance di Tommaso Foresi, studente al terzo anno del Liceo Classico dell’IIS Filelfo di Tolentino, che ha eseguito al pianoforte alcuni brani di Ennio Morricone. I premiati in ordine di graduatoria: Gianmaria Puglisi, Pamela Lombardo, Santa Lombardo del “Maurolico” di Messina, Veronica Pinciaroli dell’Iis Filelfo, Tolentino, Marika Cassarà dell’Iis Sciascia di Sant’Agata di Militello, Giulia Olivieri del Maurolico di Messina, Giulia Roberto dell’Isiss Cicognini-Rodari di Prato, Alice Gigli e Alessandra Soverchia dell’Iss Filelfo di Tolentino.

ELENCO PREMIATI in ordine di graduatoria
1) Puglisi Gianmaria, Liceo Classico “F. Maurolico”, Messina (borsa di studio UniMc Euro € 368) Traduce e commenta un brano di Bartolomeo Platina dal titolo L’uomo: universo in miniatura
2) Lombardo Pamela, Liceo Classico “F. Maurolico”, Messina (assegno Euro 250 Associazione Filelfiani) Traduce e commenta un brano di Poggio Bracciolini dal titolo Vita appartata e felicità
3) Lombardo Santa, Liceo Classico “F. Maurolico”, Messina (borsa di studio UniMc Euro € 185) Traduce e commenta un brano di Bartolomeo Platina dal titolo L’uomo: universo in miniatura
4) Pinciaroli Veronica, Liceo Classico IIS F. Filelfo, Tolentino (assegno Euro 100 Associazione Filelfiani) Traduce e commenta un brano di Bartolomeo Platina dal titolo L’uomo: universo in miniatura
5) Cassarà Marika, Liceo Classico IIS L. Sciascia S. Agata di Militello (ME) (buono libri Euro 100 Unimc) Traduce e commenta un brano di Poggio Bracciolini dal titolo Vita appartata e felicità
6) Olivieri Giulia, Liceo Classico “F. Maurolico”, Messina (buono libri Euro 100 Unimc) Traduce e commenta un brano di Bartolomeo Platina dal titolo L’uomo: universo in miniatura
7) Roberto Giulia, Liceo Classico ISISS Cicognini-Rodari, Prato (buono libri Euro 100 Unimc) Traduce e commenta un dittico poetico fra Enea Silvio Piccolomini e Giano Pannonio dal titolo «Mandami un libro ‘leggero’, se puoi!»
8) Gigli Alice, Liceo Classico IIS F. Filelfo, Tolentino (buono libri Euro 100 Unimc) Traduce e commenta un brano di Poggio Bracciolini dal titolo Vita appartata e felicità
9) Soverchia Alessandra, Liceo Classico IIS F. Filelfo, Tolentino (buono libri Euro 100 Unimc) Traduce e commenta un dittico poetico fra Enea Silvio Piccolomini e Giano Pannonio dal titolo «Mandami un libro ‘leggero’, se puoi!»






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2022 alle 12:47 sul giornale del 17 marzo 2022 - 172 letture

In questo articolo si parla di cultura, università, macerata, università di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cSAt





logoEV
logoEV
qrcode