La volata finale del Chiesanuova: "Basta calcoli, giochiamo come sappiamo"

2' di lettura 18/05/2022 - Contro la Maceratese domenica è stata persa l’imbattibilità interna, l’unica che ancora restava, è stato perso purtroppo Pierantonelli per un bruto fallo che meritava il rosso ed è stato perso 0-1 il big match della 30° giornata di Promozione. Ma tutto il resto è ancora saldamente nelle mani del Chiesanuova e dunque continuerà la difesa del primo posto nel girone B.

Difesa del primato? E allora parola a Matteo Monteneri, perno del reparto arretrato, quella linea di protezione che a lungo è stata diga e che, con 19 reti subite, rimane la migliore del torneo.

Nessun braccino, nessuna stanchezza, nessuna paura che i rivali abbiano trovato le soluzioni tattiche per imbrigliare il gioco di mister Migliorelli, a detta del pilastro Monteneri calcoli e qualche illusione hanno giocato un brutto scherzo. Le due sconfitte di fila, fenomeno mai verificatosi prima, fungeranno da sana sveglia.

Che partita è stata domenica? “Equilibrata, la Maceratese ha avuto due occasioni nel primo tempo ma noi abbiamo preso la traversa (Mongiello). Nella ripresa ha fatto la differenza un episodio, il rigore procurato e segnato da Diamè”.

C’è chi dice che al Chiesanuova è venuto il braccino, la paura di non farcela dato che non ha mai raggiunto l’Eccellenza nella sua storia… "Nient’affatto. Forse ci eravamo montati la testa per i 9 punti di vantaggio”.

Sabato a Monteprandone c’è il Centobuchi Mp ultimo. Il calendario fornisce la ripartenza migliore? “In teoria sì ma chi ha visto gli ascolani sabato a Montecosaro ha detto che correvano come matti. Sono ultimi ma se non ci credevano più non avrebbero fatto quella partita e vinto 2-3 dopo 8 mesi”.

Il Chiesanuova riparte dalla difesa? “Il primo obiettivo è sempre non prendere gol, ma ovviamente dobbiamo vincere sabato là e nelle ultime due uscite, oltre a subire sempre gol, non abbiamo segnato. I bonus ce li siamo giocati, adesso basta calcoli, andiamo in campo e giochiamo come sappiamo”.

Che vuol dire ai tifosi? “Che il campionato si deciderà all’ultima giornata, noi ci saremo e vogliamo anche loro ad incitarci. Non potevamo mica illuderci di poter dominare il torneo…queste sconfitte ci daranno la giusta sveglia”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2022 alle 16:37 sul giornale del 19 maggio 2022 - 115 letture

In questo articolo si parla di sport, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c74t





logoEV
logoEV