Non si placa la polemica: "La Regione e il Comune chiedano all’Unesco l’aggiornamento della lista con lo Sferisterio come Teatro Storico"

Sferisterio 2' di lettura 18/06/2022 - Sulla questione dell’esclusione dello Sferisterio dalla lista dei teatri storici delle Marche candidati a patrimonio mondiale Unesco dalla Regione Marche, continuiamo a sostenere che è un grave errore storico non giustificato da fonti scientifiche né argomenti validi. Lo abbiamo detto chiaramente in Consiglio Comunale presentando una mozione è un ordine del giorno urgente.

Ancora più ingiustificata la posizione del sindaco Parcaroli e di tutti i partiti di maggioranza, Lega, Fratelli d’Italia Udc Lista Parcaroli Forza Italia, che in Consiglio Comunale si sono rifiutati anche solo di inviare la richiesta di chiarimenti alla Regione Marche, accettando supinamente scelte fatte altrove senza l’orgoglio di lottare per il bene della città di Macerata. Meritano di essere commentate, però, le dichiarazioni alla stampa della consigliera regionale della Lega Salvini, Anna Menghi.

Non tanto quando dice “potevate pensarci voi prima”, argomento superficiale e anche un po’ infantile. Ma è interessante quando dice: “Nella tentative list presentata dalla Regione sono presenti tutti i meravigliosi teatri della regione che insieme otterrebbero il riconoscimento in quanto teatri storici delle Marche, non per le specificità di ciascuno ma per il fatto di essere teatri in un contesto, la regione Marche appunto, che è stato definito ed è storicamente terra dei teatri.”

Con questa dichiarazione contraddice le scelte fatte e afferma esattamente il motivo per cui logicamente lo Sferisterio, in quanto teatro storico di questo contesto regionale, deve di diritto entrare nella lista dei teatri candidati. Ammesso che anche per la consigliera leghista lo Sferisterio sia un teatro, e non un’arena come dice qualcuno dalla sua parte. Non si tenti di mascherare le contraddizioni raccontando la favoletta di un’altra candidatura all’Unesco solo per lo Sferisterio in quanto unicum. L’occasione storica è questa e l’unica cosa da fare è chiedere all’Unesco di aggiornare la tentative list con l’inclusione dello Sferisterio, cosa ammissibile e che si può fare con un atto amministrativo. Ci vorrebbe solo un sindaco e una maggioranza politica capace di chiederlo a nome della città. Non bastano i titoli e le festicciole per governare questa città. Serve difendere gli interessi dei suoi cittadini e il suo patrimonio culturale. Per lo Sferisterio non lo abbiamo ancora visto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2022 alle 17:14 sul giornale del 20 giugno 2022 - 135 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, A sinistra per Macerata Bene Comune, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dbRO





logoEV
logoEV