Macerata accoglie i vincitori di Musicultura

7' di lettura 22/06/2022 - Macerata ha accolto i vincitori della XXXIII edizione di Musicultura, nella conferenza stampa di questa mattina, nella Gran Sala Piero Cesanelli dello Sferisterio, dedicata all’amato direttore artistico e fondatore del Festival.

A portare il saluto e l’abbraccio dell’intera città il Sindaco Sandro Parcaroli. “Diamo il benvenuto a Macerata agli otto vincitori di Musicultura che si esibiranno in piazza della Libertà questa sera per poi calcare, nelle finali, il palco dello Sferisterio – ha dichiarato Parcaroli - Abbiamo aperto il Festival della canzone popolare e d’autore con due grandissimi successi di pubblico e questo testimonia quanto Musicultura riesca a coinvolgere e catalizzare non solo la qualità artistica ma soprattutto gli appassionati, i cittadini, gli amanti della musica. Io dico sempre Sanremo è Sanremo ma Musicultura è Musicultura!”

In questa XXXIII edizione di Musicultura i vincitori sono diventati nove. Agli otto già annunciati in conferenza stampa a Roma, nella sede RAI di Via Asiago, si aggiungono i Malvax con la canzone “Esci col cane”. La band di Modena è entrata nella rosa dei vincitori di Musicultura per l’impossibilità dell’artista Y0, già designato tra gli otto vincitori dell’Edizione 2022, di partecipare alle fasi finali del Festival a Macerata, a causa di sopravvenuti motivi personali. Per rispettare la formula che prevede la presenza di otto artisti alla fase finale della manifestazione, Musicultura ha chiamato a partecipare alle serate conclusive della manifestazione, quale nono vincitore, la prima proposta artistica rimasta esclusa dalla rosa degli otto vincitori selezionati che in questo caso è quella dei Malvax.

“Quest’anno abbiamo nove vincitori e siamo lieti di avere qui con noi oggi anche i Malvax – ha detto Ezio Nannipieri direttore artistico di Festival Musicultura – naturalmente l’artista Y0 potrà regolarmente concorrere con gli altri otto vincitori all’assegnazione dei riconoscimenti previsti dalla manifestazione, a tutti quelli non vincolati all’esibizione dal vivo durante le serate finali del 24 e 25 giugno allo Sferisterio di Macerata. Oggi festeggiamo con piacere l’arrivo dei vincitori a Macerata, siamo fiduciosi che sono pronti a reggere l’ònere e l’onore dell’importante palcoscenico dello Sferisterio, perché il Concorso serve anche a questo. Dalla Gran Sala dedicata a Piero Cesanelli apriamo la parte finale della XXXIII edizione del Festival e lo facciamo con i protagonisti del territorio senza i quali il cammino di Musicultura non potrebbe svolgersi.”

Gli otto vincitori presenti in conferenza stampa, Cassandra Raffaele (Vittoria, RG), Emit (Lodi), Isotta (Siena), Martina Vinci (Genova), THEMORBELLI (Alessandria), Yosh Whale (Salerno), Valeria Sturba (Bologna) e i MALVAX (Modena) si esibiranno tutti allo Sferisterio nella prima serata finale del Festival venerdì 24 giugno. I quattro artisti vincitori più votati dal pubblico presente andranno in finale nella serata del 25 giugno per conquistare il titolo di Vincitore assoluto e il Premio Banca Macerata di 20 mila euro. “Noi come come Main Partner di Musicultura siamo davvero felici di quanto il Festival promuova la nostra città e porti indotto in tutta l’area – Ha affermato il Presidente di Banca Macerata Ferdinando Cavallini - La nostra mission è quella di essere sempre vicini al territorio e in particolare ai giovani e Musicultura, per sua natura, sintetizza questi due importanti valori . Siamo lieti di supportare il Festival e lo continueremo a fare sempre con grande passione.” La partnership tra Rai e Musicultura garantisce all’evento maceratese una copertura crossmediale articolata e qualificata con Rai Radio 1 la radio ufficiale del Festival, Rai 2, Rai TGR, Rai News24, Rai Canone, Rai Italia e RaiPlay Sound. “Musicultura si conferma non solo il fiore all’occhiello di una offerta culturale e turistica connotativa della città, ma anche una reale occasione di promozione della stessa in contesti televisivi e radiofonici nazionali che generano un significativo indotto turistico e grande attenzione da parte dei cittadini e del pubblico italiano portando la città alla ribalta nazionale ed internazionale. – Ha dichiarato l’assessore al Turismo e ai Grandi Eventi di Macerata Riccardo Sacchi- Grazie alla copertura mass mediatica di Musicultura valorizziamo il nostro monumento simbolo, lo Sferisterio, facendolo conoscere ai migliaia che si collegheranno con la diretta di Rai Radio1 che leggeranno i quotidiani e le riviste nazionali che si collegheranno sui social e che vedranno i tanti servizi televisivi e la trasmissione finale che andrà in onda su Rai 2. Significa associare Macerata al volto e alla voce dei grandi ospiti, protagonisti della manifestazione, rendendo la città riconoscibile e attrattiva. Significa portare visitatori nei nostri musei, ospiti nelle nostre attività ricettive, clienti nei negozi della città. Vuol dire infine riconoscere il giusto valore alla musica d'autore dando modo ai giovani talenti provenienti da tutta Italia di sperimentarsi, lasciando loro il ricordo di una città che li ha accolti e li ha portati ad esibirsi su uno dei palchi più suggestivi d'Europa”.

Importanti partner storici culturali di Musicultura: l’Università di Camerino e Macerata. "Anche quest'anno siamo al fianco di Musicultura – ha affermato il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari - insieme alla giuria dei nostri studenti, convinti che la musica rappresenti il simbolo dell'integrazione, del confronto, sia strumento di aggregazione e di incontro tra culture, ma soprattutto veicolo di pace tra i popoli, maggiormente in questa fase storica: riteniamo sia importante mantenere viva l’attenzione sui valori fondanti delle nostre società civili, quali la libertà e la pace, anche tramite appuntamenti come quello di Musicultura. Siamo certi che la terza missione delle università si connoti anche per un forte contenuto sociale ed educativo, al fine di realizzare un costante ‘trasferimento valoriale e culturale’, nelle più ampie accezioni dei termini, verso coloro i quali stiamo contribuendo a formare come cittadine e cittadini consapevoli: i giovani di oggi che diverranno gli adulti del nostro domani".

“In questi anni l’Università di Macerata ha condiviso con Musicultura un percorso che ha permesso a tanti giovani di esprimere se stessi attraverso la musica, la cultura e l’arte, in piena sintonia con la missione che da sempre anima l’ateneo. Questo festival è un patrimonio importante che dobbiamo sostenere, continuando ad avvicinare le nuove generazioni a un festival che premia talento e creatività”. Così il rettore dell’Università di Macerata Francesco Adornato ha descritto l’ultra decennale sodalizio tra le due realtà culturali. Presente in conferenza stampa il responsabile estero della Confartigianato Macerata Fermo e Ascoli Piceno Paolo Capponi: “E’ per noi è un onore poter far parte della squadra che supporterà questa edizione. La nostra Associazione, da portatrice della qualità dell’eccellenza del saper fare è vicina ad una rassegna che si contraddistingue nel panorama italiano per essere palco delle eccellenze della musica. Condividiamo, quindi, la valorizzazione del talento, sotto ogni forma. Per mantenere viva la tradizione, doneremo per l’occasione ai presentatori una creazione in ceramica realizzata dalla nostra Mirella Vesprini di Ceramilia di Sant’Elpidio a Mare”.

A connettere Musicultura con tutti i mass media la preziosa collaborazione di Connesi per l’ottavo anno consecutivo, l’operatore di telecomunicazioni sarà il fornitore unico per tutti i servizi di connettività internet, ICT e telefonia dello Sferisterio di Macerata. “Grazie alle nostre tecnologie riusciremo a coinvolgere a distanza tutti gli appassionati di musica che da anni seguono questo evento e a renderli partecipi. Siamo orgogliosi di stabilire “connessioni culturali” che rendano accessibili a tutti, eventi prestigiosi come Musicultura” ha affermato Nicolò Bartolini, Direttore Commerciale di Connesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2022 alle 17:58 sul giornale del 23 giugno 2022 - 142 letture

In questo articolo si parla di macerata, spettacoli, musicultura, musicultura festival, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dctY





logoEV
logoEV