contatore accessi free

A Macerata la Festa della Musica, del Teatro e della Poesia

2' di lettura 28/06/2022 - Saranno tre diversi spazi del centro storico di Macerata a fare da cornice al tradizionale appuntamento con la Festa della Musica organizzata dall’Arci. L’evento è previsto per domani, 29 giugno; protagonisti saranno molti artisti del territorio. Per l’edizione di quest’anno, spazio anche al teatro e alla poesia, per dare respiro pure ad altri settori del mondo dell’arte e accendere i riflettori sulla complicata situazione in cui versa il panorama italiano, “messo letteralmente in ginocchio – leggiamo sul comunicato stampa di presentazione della manifestazione - dalla crisi pandemica che ha costretto artisti, produttori, operatori e lavoratori del settore dello spettacolo allo stop totale per oltre due anni”.

Reso pubblico ieri, in una conferenza stampa tenutasi al Jungle Club, il nutrito programma di appuntamenti. Prima location, quella del Cortile del Palazzo municipale, dove alle 18:00 verrà presentata “Lavoricidi”, un’antologia che attraverso il contributo di diversi scrittori racconta di come sia stato ucciso il lavoro; poi, alle 21:15, spazio a “Un mondo di poesia”, quella poesia dei Paesi natii dei nuovi maceratesi. A cura di Filippo D’Avoli, l’evento vede la presenza della pittrice Bahar Ghaempanah, dell’artista di strada Pierbolla e del musicista Daniele Rebuado.

La Galleria Scipione, invece, alle 19:30 ospiterà “Animalìe”, un atto musicale contro l’estinzione degli animali immaginari che propone frammenti e divagazioni a partire dal “Manuale di zoologia fantastica” di Jorge Luis Borges. A cura del Teatro Rebis, l’appuntamento sarà animato dalle note del contrabbasso di Mattia Borraccetti, della chitarra elettrica di Walter Pignotti, delle Percussioni mediteranee di Francesco Savoretti e dalla voce recitante di Meri Bracalente e la regia di Andrea Fazzini. Alle 21:15, Piazza Vittorio Veneto sarà il luogo deputato a un “Percorso instabile”, nell’ambito del quale la precarietà sarà raccontata attraverso musica, poesia e parole; alle 21.45 diventerà “Fragile” con un diario di viaggio, emozioni, musica, storie, canzoni di e con Marco Di Stefano.

Ad accompagnare quest’ultimo saranno Sandro Dall’Omo (Skiantos) al pianoforte, Tania Khabarova alla regia. Alle 22.30 sarà tempo di suoni ispirati all’indie rock anni ’90 con contaminazioni jazz e punk con “Leatherette live”. «Anche quest’anno – dichiara Massimiliano Sport Bianchini, Presidente di Arci Marche e di Arci Macerata - abbiamo voluto regalare uno spettacolo gratuito e di livello alla città di Macerata, con artisti di calibro nazionale. Abbiamo voluto porre l’attenzione sulla precarietà nel mondo del lavoro e nel settore della cultura in particolare. Una precarietà che riguarda sia gli spazi che le persone».


   

di Sara Schiarizza
redazione@viveremacerata.it







Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2022 alle 12:22 sul giornale del 29 giugno 2022 - 262 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, articolo, sara schiarizza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ddio





logoEV
logoEV
qrcode