contatore accessi free

A Monte San Giusto la quarta tappa del gran premio di Federcaccia

2' di lettura 08/07/2022 - L’obiettivo dei Giovani di Federcaccia Marche, nel Gran Premio Federcaccia non è l’agonismo, bensì l’aggregazione. La dimostrazione concreta del predetto obiettivo è rappresentata dall’enorme affluenza di partecipanti, quantificata nello scorso weekend in 104 concorrenti ed un totale di 149 cani, dalla prima alla quarta tappa, quella di Monte San Giusto, dove nei giorni 2 e 3 luglio scorsi si è disputato il circuito su Starne, per Cani da Ferma e da Cerca, senza abbattimento.

Una giuria di tutto rispetto, composta da Diego Corvatta, per le razze da Ferma e Katia Pierigè, per le razze da Cerca, i quali hanno sapientemente e professionalmente valutato i cani meritevoli dei piazzamenti in classifica. Un team organizzativo, quello del Quagliodromo Sangiustese, ormai ben collaudato e preparato, che ha coordinato con estrema professionalità i turni di gara. La presenza delle Ladies prosegue nel Gran Premio ed a Monte San Giusto si è distinta l’irrefrenabile Silena Staffolani, per la performance sua e della propria Springer Spaniel, Artemide di Valleforte, che si sono guadagnate la seconda posizione in classifica, nella Categoria Cacciatori dei Cani da Cerca.

Tra i giovani partecipanti Under 41 ha guadagnato la posizione in classifica parziale del Gran Premio Leonardo Senesi, con la sua Griffon Korthal Olimpia, che insieme a Tacchini Jury, Bartolucci Matteo e Lorenzo Moretti, al momento, risultano essere i “migliori giovani under 41”, nelle rispettive categorie. In merito al punteggio parziale per la corsa al Trofeo del Gran Premio, nelle razze da Ferma le distanze si accorciano, mentre nelle razze da Cerca, in particolare nella categoria Cacciatori, la Springer Spaniel Maya di Fausto Cervellini, sorpassa lo Springer Spaniel Very White del Giovanissimo Lorenzo Moretti, quest’ultimo purtroppo assente in questa tappa. Si è giunti quasi alla fine di questa bellissima manifestazione, dove però non è detta l’ultima parola, considerando che nella tappa finale, che si disputerà a Caldarola, è previsto il raddoppio del punteggio per entrambi le razze.

A Caldarola, come già detto, presso l’Azienda Faunistico Venatoria Le Raje è già tutto pronto per accogliere i partecipanti i prossimi 16 e 17 luglio, dove si terrà la tappa finale ed a seguire, una Cena per approfittare ancora di piccoli momenti per stare insieme.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2022 alle 11:28 sul giornale del 09 luglio 2022 - 145 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san giusto, Federcaccia Regione Marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/deWy





qrcode