contatore accessi free

Ai Magazzini UTO, la mostra “Carlo Balelli e il lavoro nel primo Novecento. Una storia fotografica”

2' di lettura 22/07/2022 - “Carlo Balelli e il lavoro nel primo Novecento. Una storia fotografica”: questo il titolo della mostra che verrà inaugurata domani alle 18:00 presso i Magazzini UTO. Visitabile fino al prossimo 9 ottobre, l’esposizione è a cura dell’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata e del Centro Studi Carlo Balelli. Fondato nel 2009 dalla figlia di Carlo, Emanuela, e da un gruppo di appassionati di fotografia, quest’ultimo ha tra le sue finalità quella di far conoscere l’opera fotografica di Carlo Balelli, i cui Fondi Fotografici, che annoverano più di 25.000 scatti, sono conservati dalla Biblioteca Mozzi-Borgetti, dalla Biblioteca Statale di Macerata e dalla famiglia del fotografo.

Un consistente numero di immagini di quei Fondi si rivolge al mondo del lavoro nelle sue più ampie sfaccettature, raccontando di un territorio maceratese, quello del primo Novecento, rappresentativo di una condizione economica comune a gran parte del Centro Italia: lo sviluppo arriva con lentezza; il lavoro, appunto, è ancora legato al mondo agricolo; sporadici sono i segnali di industrializzazione. Non mancano, però, le tracce di una modernità pronta a prendere il sopravvento, mutando definitivamente la società e i suoi tempi. Lo sguardo del fotografo spazia dal mondo dell’agricoltura alle botteghe artigiane e alle fabbriche, nuovi luoghi di lavoro collettivo; documenta il definitivo passaggio da una civiltà rurale a una società moderna in cui si affermano le esigenze della cultura e del benessere.

Gli scatti proposti dalla mostra – un centinaio - indagano le trasformazioni avvenute in quell’epoca e focalizzano la loro attenzione soprattutto sui rapporti uomo/macchina, paesaggio/fabbrica, miseria/emancipazione. Così, la fotografia di Balelli mette in luce gli aspetti economici, storici e sociali che sono alla base delle grandi trasformazioni di quel periodo, dando vita a un vero e proprio album in cui il mondo del lavoro è rappresentato nelle sue più ampie declinazioni: dall’agricoltura al commercio, dall’artigianato all’industria, dall’edilizia alle attività terziarie.


   

di Sara Schiarizza
redazione@viveremacerata.it





Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2022 alle 16:31 sul giornale del 23 luglio 2022 - 206 letture

In questo articolo si parla di cultura, macerata, articolo, sara schiarizza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dhcv





logoEV
logoEV
qrcode