contatore accessi free

MOF 2022, InclusivOpera: bilancio positivo e nuovi successi

Sferisterio 2' di lettura 05/09/2022 - Ottimo bilancio conclusivo per le attività del Macerata Opera Festival dedicate all’accessibilità e all’inclusione che hanno coinvolto circa 1.000 persone, un numero in forte crescita rispetto agli anni scorsi.

Sono state infatti 488 le persone con diverse disabilità coinvolte nei laboratori, nei percorsi e negli spettacoli realizzati con InclusivOpera durante il Macerata Opera Family e il Macerata Opera Festival 2022 allo Sferisterio mentre oltre 500 quelle che hanno partecipato ai concerti del ciclo “L’opera al Parco” a Villa Cozza (fra pubblico esterno e ospiti della struttura) e a una serie di laboratori e attività realizzate quest’anno per la prima volta, tra cui “Ragazzi all’opera” e Operattivamente”.

«L’Amministrazione ha voluto ampliare il progetto InclusivOpera nella consapevolezza che l’inclusione riguardi tutte le fragilità – ha commentato il vice sindaco e assessore alle Politiche Sociali Francesca D’Alessandro –. Sono state coinvolte nel progetto, oltre alle persone con disabilità sensoriale, anche le associazioni che lavorano con le disabilità cognitive e la terza età. Riteniamo infatti che il binomio cultura e sociale debba essere sempre più stretto in quanto tutto il mondo dell’arte è in grado di svolgere una funzione di supporto per chi fronteggia situazioni complesse, spesso anche di solitudine sociale e di incapacità di frequentare normali contesti di vita. L’Amministrazione punterà sempre più a fare dell’inclusione un valore portante anche della cultura».

InclusivOpera è considerato a livello internazionale uno dei progetti di punta del Macerata Opera Festival che dal 2009 affianca alla produzione operistica numerose attività di inclusione e accessibilità. Coordinato da Elena Di Giovanni, ha l’obiettivo di rendere l’opera accessibile ai disabili sensoriali di tutte le età, con un’attenzione particolare ai più giovani, cui sono dedicati laboratori, spettacoli e momenti formativi. Grazie alla sinergia con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Macerata, quest’anno il progetto è cresciuto, coinvolgendo al fianco delle collaborazioni consolidate con il Museo Statale Tattile Omero di Ancona, l’Unione Italia dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI), l’Ente Nazionale Sordi (ENS), l’Università degli Studi di Macerata e ALI – Accessibilità Lingue Inclusione, anche nuove e importanti realtà del territorio come l’Associazione Piombini Sensini, Cooperativa Sociale “Di Bolina” Onlus (Treia), ”, ANFFAS Macerata, “I nuovi amici Associazione Onlus, IRCR Macerata e AFAM Alzheimer Uniti Marche Odv.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2022 alle 14:15 sul giornale del 06 settembre 2022 - 237 letture

In questo articolo si parla di cultura, macerata, comune di macerata, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dn63





qrcode