contatore accessi free

Terracruda: a Villa Ficana le stazioni del tempo

2' di lettura 08/09/2022 - Villa Ficana è un borgo di case in terra e paglia adagiato su un pendio nel territorio di Macerata; sopravvissuto alla cementificazione selvaggia degli anni ’70, custodisce la storia della comunità contadina che lo ha abitato sin dal 1862. Marchestorie, invece, è la manifestazione itinerante ideata dalla Regione Marche, in collaborazione con AMAT e Fondazione Marche Cultura, giunta quest’anno alla seconda edizione, finalizzata alla riscoperta di luoghi, cibi, miti e leggende millenarie dei borghi, attraverso eventi di spettacolo che interpretano racconti e tradizioni propri della loro identità storica o contemporanea.

Nasce dall’unione di queste due realtà “Terracruda – Le stazioni del tempo”, l’iniziativa che da venerdì 9 a domenica 11 settembre animerà l’ottocentesco borgo con uno spettacolo frutto del lavoro di Isabella Carloni, autrice e performer vocale, Francesco Savoretti, percussionista della tradizione mediterranea, e Paolo Bragaglia, compositore ed esperto di sonorità elettroniche. I tre artisti tradurranno in linguaggio performativo il substrato culturale sedimentato nelle case di “terra cruda” e si faranno messaggeri di una memoria che trae la sua forza dal mito per dialogare con il presente e rinnovarlo. Questo tuffo indietro nel tempo sarà possibile anche grazie alla mostra fotografica “Gli ex voto tra devozione popolare e testimonianza del passato” e alle visite guidate al borgo, alla Casa Museo e all’Officina dei Mestieri.

In programma anche, per il 10 settembre, una degustazione di prodotti tipici del territorio e delle eccellenze nei locali del quartiere e nei ristoranti aderenti; alle 20.30, poi, protagoniste saranno le letture itineranti “Dialetto, contadini e devozione popolare”, tratte dal libro “Me sa mijj’anne- Ovviro le avventure e le disavventure de òtto generazziò de contadì de le parte de Macerata” di Silvano Fazi. Infine, ci si sporcherà le mani grazie al laboratorio esperienziale per adulti e bambini intitolato “Espressioni artistiche con la terra” , pensato per far conoscere e sperimentare le peculiarità delle diverse tipologie di terra e pigmenti che saranno utilizzati per la creazione di manufatti ispirati al borgo, ai personaggi che lo hanno abitato e alle storie che conserva e racconta.


di Sara Schiarizza
redazione@viveremacerata.it





Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2022 alle 11:56 sul giornale del 09 settembre 2022 - 218 letture

In questo articolo si parla di cultura, macerata, articolo, sara schiarizza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/doyD





logoEV