contatore accessi free

Leguminaria accende Appignano: inaugura anche il museo dell'arte ceramica

5' di lettura 28/09/2022 - Il Comune di Appignano ha presentato oggi la XX edizione di Leguminaria in programma il 7, 8 e 9 ottobre 2022 nel centro storico del suggestivo borgo medioevale, in una conferenza stampa nel palazzo della Provincia di Macerata alla presenza del Presidente Sandro Parcaroli e delle autorità cittadine.

“Con piacere presentiamo la XX edizione di Leguminaria la manifestazione che celebra con una grande festa i nostri principali patrimoni storici e culturali del territorio, i legumi e la ceramica – ha dichiarato il Sindaco Mariano Calamita –Grazie al lavoro dei nostri agricoltori, custodi degli antichi semi autoctoni dei prelibati legumi e dei nostri vasai che dal 1500 ad oggi hanno perpetuato la tradizione dell’arte ceramica, Appignano racconterà ai visitatori con un’esperienza multisensoriale la storia di oggi e di ieri del nostro borgo medioevale”.

Tre giorni di grande festa con un’immersione nella storia, nella cultura ceramica ed enogastronomia di Appignano, dove la tradizione centenaria dei legumi si potrà gustare negli antichi “cocci” realizzati dai vasai del borgo, ciotole in ceramica che rimarranno in omaggio ai visitatori delle numerose cantine presenti nel centro storico. Tra le novità di quest’anno l’inaugurazione del Museo dell’Arte Ceramica di Appignano – MarC sabato 8 ottobre alle ore 11,30 in via Roma n. 33, un nuovo e affascinante percorso museale, un viaggio nel mondo della ceramica di Appignano che parte dalla storia della produzione e giunge fino ai nostri giorni.

L'inaugurazione sarà preceduta da una conferenza introduttiva che si terrà alle ore 10,30 nella sala consiliare del Comune. “Leguminaria richiama ogni anno migliaia di visitatori da tutta Italia è un importante volano di promozione del territorio e della regione dove l’antica produzione e lavorazione dei legumi viene raccontata attraverso la tradizione e l’arte ceramica – ha affermato il Vice Sindaco Stefano Montecchiarini – I cocci e le tecniche degli antichi vasai appartengo alla memoria collettiva della nostra comunità, un artigianato locale che nel tempo è confluito sempre più nell’arte rendendo la tradizione della ceramica di Appignano oggi più viva e apprezzata che mai. Quest’anno con l’apertura del Museo dell’Arte Ceramica di Appignano – MarC siamo riusciti a dare forma concreta ad un aspetto identitario del borgo che permetterà di tramandare le nostre tradizioni e la nostra cultura anche alle generazioni future”.

Principale evento della XX edizione di Leguminaria nelle giornate dell’ 8 e 9 ottobre nel Palazzo comunale la fase conclusiva del celebre concorso ceramico internazionale “Ceramica Appignano Convivium” giunto alla sua VIII edizione, curato da Elena Agosti direttrice del Museo di Villa Lattes (TV) che per l’edizione 2022 ha per tema le “Ceramiche Bestiali”. “Un tema apprezzato dai ceramisti di tutto il mondo che ci ha permesso di selezionare ed esporre in mostra ad Appignano opere provenienti dall’America, dall’Argentina dalle isole caraibiche e da tutti i principali paesi europei - ha spiegato Federica Arcangeli assessore alla Cultura - Tra le suggestive vie del nostro borgo la secolare sapienza dell’artigianato si è saputa rinnovare nello studio di nuove forme e di nuovi mondi espressivi della creazione artistica ceramica. Ed è proprio questo che anima la filosofia del concorso internazionale “Convivium Ceramica Appignano”, la volontà di sostenere la ricerca di sempre nuove soluzioni tecniche ed artistiche che sappiano felicemente coniugare passato e presente nella rilettura delle antiche tradizioni ceramiche”.

Il celebre concorso “Ceramica Appignano Convivium” si aprirà sabato 8 ottobre alle ore 16.30 con il convegno presso la Sala Consiliare del Palazzo comunale in Piazza Umberto I, alle ore 18.00 ci sarà l’inaugurazione della mostra con l’esposizione delle opere selezionate presso la Sala eventi del palazzo comunale e si concluderà domenica 9 con le premiazioni. Tre i principali premi in palio: primo Premio di euro 1.700 all’opera vincitrice del concorso, il Premio decretato dalla giuria popolare dei presenti in mostra di euro 400 e il Premio dedicato agli artisti under 35 di euro 600. La Presidente della Pro Loco di Appignano Mariella Carnevali ha presentato l’intero programma dei numerosi eventi della tre giorni di Leguminaria sottolineando lo sforzo della macchina organizzativa dell’Associazione e ringraziando tutti coloro che hanno permesso la realizzazione della XX edizione.

Da quest’anno Leguminaria entra nel Gran Tour delle Marche. “Con grande piacere accogliamo Appignano come nuova tappa del Grand Tour delle Marche – ha detto Alberto Monachesi coordinatore Gran Tour delle Marche - Leguminaria è una manifestazione prestigiosa che racconta l’identità della nostra regione, poggiando sui due attrattori che sono proprio alla base del circuito che Tipicità ha promosso con Anci Marche e la collaborazione della Regione, ossia il cibo tradizionale e la sapiente manualità”.

Ad accompagnare il countdown verso l’apertura ufficiale di Leguminaria alcuni eventi tra cui sabato 1° ottobre alle 18,30 presso il Ristorante Villa Verdefiore di Appignano la degustazione di ricette antiche di legumi con abbinamenti a vini e oli eccellenti di Appignano guidata dal racconto ricco di storie curiosità e aneddoti sui legumi di Roberto Ferretti; martedì 4 ottobre alle 21,15 presentazione del libro “Dizionario biografico delle donne marchigiane”, presso la Biblioteca comunale di Appignano, mercoledì 5 ottobre dalle ore 18.30, evento/convegno Maria Cavatassi “La mia Storia” presso il pub-pizzeria “Dal Tramonto all’Alba” di Appignano.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2022 alle 12:36 sul giornale del 29 settembre 2022 - 82 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, appignano, comune di appignano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dsr7





logoEV