contatore accessi free

Un nuovo commissario per l'Ast Macerata, Carancini: "Tutto cambia perché nulla cambi"

3' di lettura 11/01/2023 - “Tutto cambia perché nulla cambi. È questo il triste senso della prima uscita pubblica del commissario straordinario della nuova Azienda Sanitaria Territoriale di Macerata (AST Macerata) Antonio Draisci, al cui fianco è comparsa l’ex direttrice di Area Vasta 3 Dott.ssa Daniela Corsi. E infatti nulla cambia di fronte all’investitura che lo stesso commissario straordinario ha riservato alla sua predecessora in relazione al futuro della nuova azienda sanitaria maceratese, al punto da associarla a sé stesso alla guida di questa fase di transizione - “Insieme faremo un gran lavoro” – e lasciando dichiarare alla stessa ex direttrice che “lavorerà nel solco delle progettualità che aveva lei stessa avviato” nonostante, ricordo, la Dott.ssa Corsi non abbia alcun ruolo di responsabilità nella neonata AST Macerata”.

A dirlo è il consigliere regionale del Partito Democratico Romano Carancini. “Sarebbe stato invece apprezzabile che il nuovo commissario - sottolinea il consigliere dem - alla prima uscita pubblica, piuttosto che esaltare l’ex direttrice di Area Vasta 3 i cui risultati, nei due anni alla guida della sanità maceratese, sono tristemente sotto gli occhi di tutti, avesse elogiato, motivato, coinvolto e riacceso la speranza di tutta quella comunità sanitaria mortificata dalla totale assenza di visione e di direzione strategica, situazione che ha determinato il fallimento sotto ogni punto di vista, sanitario e socio-sanitario. E dunque, purtroppo, il commissario Draisci, sembra obbedire alle parole scolpite nella pietra dall'assessore regionale Filippo Saltamartini il quale, a precisa domanda sul ruolo dell’ex direttrice, ha affermato testualmente che lei “…può fare tutto”.

“Su questo punto - attacca Carancini - sarebbe utile che il commissario Draisci, ma anche l’assessore Saltamartini, dessero uno sguardo alla Determina ASUR n. 913 del 27 dicembre scorso con la quale il commissario straordinario ASUR, Dott.ssa Nadia Storti, ha approvato i risultati conseguiti nell’anno 2021 dai direttori delle cinque Aree Vaste in due “settori strategici” generali: quello economico-finanziario e quello della efficienza ed appropriatezza organizzativa. Nel primo di essi l’ex direttrice dell’Area Vasta 3 è quasi la peggiore tra gli ex direttori delle 5 Aree Vaste e, più in dettaglio, su 6 obiettivi economico-finanziari ne fallisce totalmente 2 e ne centra un altro al 50%. Ma ciò che appare più grave è che nella gestione 2021 la Dott.ssa Corsi è riuscita a non spendere tutte le risorse disponibili per il personale, di fatto sottraendo circa 6 milioni di euro rispetto al tetto di spesa previsto e atteso: a fronte di circa 153 milioni di euro disponibili la spesa per il personale è stata di circa 147 milioni”.

“Questo risultato - conclude Carancini - dimostra come la Dott.ssa Daniela Corsi non sia stata capace di ottimizzare le risorse disponibili per il personale con cui, invece, laddove fossero state utilizzate nei limiti dei 6 milioni (e non sono pochi in un anno), si sarebbe riusciti ad attenuare le grandi falle sanitarie emerse in Area Vasta 3 nel 2021. Stesso risultato negativo per la Dott.ssa Daniela Corsi, anche qui penultima tra tutti i direttori di Area Vasta, in relazione al secondo settore strategico di valutazione (efficienza ed appropriatezza organizzativa) dove l’ex direttrice “buca” 17 obiettivi su 73 (quasi il 24%). Tanti. Insomma, tornando al commissario straordinario Antonio Draisci, dopo due anni di oscurantismo sanitario la provincia maceratese, in nome del diritto alla salute dei cittadini, si aspetta un cambiamento reale, non solo di facciata, che parta dal coraggio di voltare pagina, passi attraverso la competenza di una storia professionale capace anche di coinvolgere in modo corale la comunità, sia forte di una personalità in grado di vincere i condizionamenti della politica e torni finalmente a far ripartire quella che, in anni non lontani, costituiva un modello della sanità regionale. Questo è ciò che ci si attende dal commissario Antonio Draisci al quale, con sincera speranza, si augura buon lavoro”.


   

da Partito Democratico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2023 alle 13:29 sul giornale del 12 gennaio 2023 - 258 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito democratico, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dMub





qrcode