contatore accessi free

Dal maceratese agli Usa, Costarica e Portogallo con Intercultura

Stati Uniti New York 3' di lettura 11/10/2023 - Adattabilità, pensiero critico, consapevolezza delle proprie capacità, apertura mentale, comprensione e valorizzazione delle differenze culturali, comunicazione efficace, empatia. E, infine, voler essere protagonisti attivi del cambiamento nella società: questi sono i risultati che nascono dal vivere un periodo scolastico all’estero in età adolescenziale se guidati da un percorso di formazione che precede, accompagna e segue tale esperienza. Lo confermano gli studenti che lo scorso anno hanno partecipato a un programma all’estero con Intercultura (fonte: questionario CSE per i partecipanti Intercultura).

Ben tre sono i ragazzi partiti con Intercultura dalla nostra zona per un’esperienza scolastica della durata di un anno, sei o tre mesi nei quattro angoli del mondo: Michela Tarsetti, iscritta all’istituto scolastico Varnelli di Cingoli, sta frequentando sei mesi in Costa Rica, Maria Brasili, iscritta all’istituto scolastico Gentili di Sarnano, attualmente negli USA per la durata di un anno e Guglielmo Celiberti, iscritto all’istituto scolastico Leopardi di Recanati, frequenta un anno in Portogallo. E per la prossima generazione di adolescenti “esploratori” di sé stessi e delle diverse culture del mondo, Intercultura ha aperto, fino al 10 novembre, le iscrizioni per partecipare ai programmi all’estero in 60 Paesi nei 5 continenti e per richiedere una delle oltre 1000 borse di studio messe a disposizione per l’anno scolastico 2024-25 anche grazie alle donazioni di numerosi enti, aziende e fondazioni (l’elenco è in continuo aggiornamento alla pagina: www.intercultura.it/borse-partner).

È possibile, per genitori e studenti interessati, incontrare i volontari del Centro Locale di Macerata per avere tutte le informazioni sul concorso. Il primo appuntamento è fissato per il 17 ottobre alle 18:00 a Macerata. Il secondo avrà luogo a Civitanova Marche il 28 ottobre alle 16:30. I programmi dall’Associazione di Volontariato che dal 1955 opera in Italia e in tutto il mondo attraverso la rete AFS Intercultural Programs consentono di frequentare una scuola locale e di vivere insieme a una famiglia selezionata. Sono rivolti a studenti iscritti a una scuola superiore del territorio italiano, nati prioritariamente tra il 1° luglio 2006 e il 31 agosto 2009. Tra le novità si segnala l’apertura dei programmi in due Paesi dell’Est Europa: in Bulgaria (trimestre scolastico) e Lituania (semestre scolastico), e nuovi programmi in destinazioni già presenti, come il trimestre in Corea del Sud, il semestre in Perù e in Svizzera, il trimestre in Nuova Zelanda.

Il progetto educativo dell’Associazione prevede anche oltre 400 adolescenti di tutto il mondo che arriveranno nel nostro Paese a partire dal 10 settembre e nei mesi successivi, accolti da una famiglia e da una scuola locali. La proposta di Intercultura si rivolge infatti non solo agli studenti, ma anche alle famiglie italiane e alle scuole che desiderano vivere un’esperienza di apertura internazionale, pur rimanendo in Italia. A inizio settembre, sono arrivate 3 studentesse, che sono state subito accolte dalle loro famiglie ospitanti e inserite in una scuola locale. Si tratta di Mia dalla Serbia, Airi dal Giappone e Kamilla dall’Ungheria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2023 alle 12:38 sul giornale del 12 ottobre 2023 - 28 letture

In questo articolo si parla di attualità, intercultura, progetto intercultura, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ewrd





logoEV
logoEV
qrcode