contatore accessi free

Rally delle Marche: a Cingoli Andreucci ipoteca il titolo, bene il maceratese Martinelli all'esordio con la Clio

4' di lettura 23/10/2023 - Spettacolo, conferme e colpi di scena al 16° Rally delle Marche, penultima prova tricolore, che avvicina ancora di più il titolatissimo Paolo Andreucci alla conquista dell’ennesimo titolo tricolore, il terzo consecutivo su terra, dopo la vittoria di forza conquistata ieri sugli sterrati del maceratese a ridosso del monte San Vicino.

Fra i locali ottima la prova del maceratese Samuele Martinelli, che con la Clio 1600 nel gruppo R3 ha conquistato un 26° posto assoluto e 4° fra le “2 ruote Motrici”, con una prova in netta progressione e ben navigato dall’esperta e fedelissima Giancarla Guzzi.

Per quanto riguarda il tricolore terra, alla guida della Skoda Rally 2 e navigato da Rudy Briani, il pluricampione italiano della Garfagnana Paolo Andreucci, ha dimostrato ancora una volta la sua sete di vittoria dominando la gara di Cingoli dove ha vinto tutte le 12 prove speciali, lasciando ben poco agli avversari. Per Andreucci si è trattato della quarta vittoria consecutiva della stagione, che ora andrà a giocarsela nell’ultimo appuntamento in programma a Monza ai primi di dicembre. Alle spalle dell’inossidabile campione in carica è si è classificato Tommaso Ciuffi, che rientrava dopo la pausa del “Rally del Vermentino”. Navigato da Cigni, Ciuffi è stato per tutta la gara l’ombra di Andreucci, confermando il proprio valore che lo ha elevato come tra i migliori della serie sterrata tricolore italiana. Sul terzo gradino assoluto del podio è salito Andrea Dalmazzini, affiancato da Albertini su una Hyundai i20 Rally2, che ha spezzato l’egemonia Skoda Fabia. Riuscendo a trarre il massimo dalle strade bianche del Balcone delle Marche, che nel passato lo hanno sempre ispirato.

Il vincitore dell’anno scorso a Cingoli Alberto Battistolli, che costituiva una delle principali insidie per Andreucci, è stato messo subito fuori gioco da un capottamento durante la prima prova speciale, che non lo ha fermato del tutto, malgrado il troppo tempo perso, ma è uscito poi definitivamente di scena per una seconda uscita di strada durante la 9° PS. Ai piedi del podio della generale della 2 Ruote motrici si è piazzato il driver maceratese Samuele Martinelli, autore di una buona prova, considerato che per la prima volta guidava su terra la più potente Renault Clio 1600. Fra le due ruote motrici il successo è andato al piacentino Giorgio Cogni (Peugeot 208 Rally4), al termine di un frizzante confronto sul filo dei secondi con Niccolò Marchioro (Peugeot Clio 1600 Rally 4), dietro di soli 3”1. “Una gara tutta in progressione - dice Samuele Martinelli a fine gara - ma non poteva essere diversamente visto la poca esperienza che ho con questa R 3 sulla terra, una macchina non facile da guidare. Il primo giro di prove speciali, con la strada ancora sporca e umida dalla pioggia caduta nella notte non mi ha fatto iniziare nel migliore dei modi, poi però ho iniziato a prendere meglio le misure con la macchina. Il secondo giro invece ho preso acqua nelle PS dì Cupramontana e Colognola, che ha reso il fondo più scivoloso soprattutto nei tratti asfaltati in discesa, ma abbiamo comunque migliorato il tempo in entrambe le speciali. Nell’ultimo giro, avendo acquisito fiducia nella macchina, ho iniziato a forzare il passo riuscendo ad abbassare notevolmente i tempi di 12-13 secondi a prova, per poi raggiungere nell’ultima, il 4’ tempo assoluto tra le 2 ruote motrici. Grazie alla mia navigatrice Giancarla ho migliorato molto velocemente, non pensavo nemmeno lontanamente di arrivare nel pomeriggio a fare quei tempi. E’ stato un gran lavoro di squadra che mi ha fatto guadagnare il 26’ posto assoluto tra i grandi piloti del tricolore terra”.

Nella parte riservata al Cross Country vittoria assoluta per Mengozzi/Palladini (Toyota Hilux) su Lorenzo Codecà, con la sua Grand Vitara, sulla quale era assecondato da Mauro Toffoli. Con il titolo tricolore già in tasca, il catanese Alfio Bordonaro, con la Suzuki Vitara ha chiuso al terzo posto. Castagnera-Collodel, con una Can Am Maverick hanno primeggiato nella categoria “side by side” al termine di un confronto tirato e spettacolare, su Buttò-Marcon (Can Am MAverick Rotax).








Questo è un articolo pubblicato il 23-10-2023 alle 12:08 sul giornale del 24 ottobre 2023 - 162 letture

In questo articolo si parla di sport, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eyno





logoEV
logoEV
qrcode