contatore accessi free

La Cna Macerata incontra la Guardia di Finanza: abusivismo e lavoro sommerso le minacce principali

2' di lettura 25/10/2023 - Il fenomeno dell'abusivismo, soprattutto nell'ambito del lavoro sommerso, si è intensificato molto nel corso della pandemia Covid e ancora oggi rappresenta una minaccia crescente per il tessuto economico e sociale. Mentre le imprese in regola chiudono a causa dei costi di gestione e per queste concorrenze sleali, le attività abusive proliferano, spesso promuovendosi spudoratamente sui social media.

Le conseguenze dell'abusivismo colpiscono direttamente gli operatori regolari ma ricadono pesantemente anche sull'intera comunità, causando danni economici e talvolta mettendo a rischio la salute dei cittadini. Per affrontare questa sfida e ridurne le conseguenze più gravi, una qualificata delegazione della CNA Macerata ha incontrato le forze della Guardia di Finanza di Macerata: “Il cordiale incontro con il Comandante della Guardia di Finanza di Macerata Ferdinando Falco – ha sottolineato il Direttore CNA Massimiliano Moriconi – ha avuto connotazioni anche operative ed è stato possibile condividere le criticità presenti in diversi comparti produttivi”.

Insieme al Direttore erano presenti all’incontro Federica Carosi, Coordinatrice di CNA Benessere e Sanità, e le artigiane Katiuscia Macellari e Loretta Genangeli, rispettivamente Presidenti per la provincia di Macerata di CNA Estetiste e di CNA Acconciatori. Data la complessità del fenomeno, che spesso si sviluppa all'interno delle abitazioni private, il Comandante Falco ha sottolineato l'importanza di implementare una serie di azioni coordinate per ristabilire la legalità nel tessuto economico locale: “È essenziale mantenere campagne informative rivolte ai consumatori, affinché comprendano i rischi connessi al ricorso a servizi abusivi”.

Federica Carosi ha quindi messo in campo la disponibilità di CNA: “A partire da oggi, la nostra Associazione di categoria avvierà una rete di contatti tra le imprese regolari e i loro clienti, al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'abusivismo e sull'importanza della legalità. Il nostro auspicio è che le segnalazioni da parte dei cittadini diventino il punto di partenza per individuare e mettere un freno alle attività abusive”.

“Troppo spesso – prosegue la referente CNA - per risparmiare qualche euro, i cittadini si rivolgono a parrucchieri/e ed estetisti/e che operano in modo illegale, senza le adeguate qualifiche o abilitazioni, mettendo in pericolo in primis la propria salute. Dobbiamo cercare di renderli consapevoli dei rischi che corrono, ad esempio, nell’effettuare trattamenti estetici in ambienti privi dei requisiti di sicurezza e di igiene. Un azzardo pericoloso per pochi euro di risparmio, finché qualcosa non va storto...”.

La sinergia su questo fronte tra CNA Macerata e Guardia di Finanza proseguirà monitorando costantemente la situazione: “Ringraziamo il Comandante Ferdinando Falco – ha concluso il Direttore Moriconi – per la generosa e fattiva collaborazione, fondamentale per rafforzare il contrasto a tutti i fenomeni di abusivismo”.


   

da CNA




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2023 alle 11:41 sul giornale del 26 ottobre 2023 - 28 letture

In questo articolo si parla di economia, cna, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eyLy





qrcode