contatore accessi free

Acqua, il M5S: "Lotta intestina della destra fra i sostenitori della Lega e di Parcaroli e quelli di Fratelli d’Italia e Ciarapica"

acqua 2' di lettura 29/03/2024 - “La proposta del sindaco di Civitanova, Fabrizio Ciarapica, appare difficilmente realizzabile in tempi brevi. Quello che sta avvenendo appare più una lotta intestina della destra fra i sostenitori della Lega e di Parcaroli e quelli di Fratelli d’Italia e Ciarapica. Peccato, perché così si consegnerà la risorsa idrica in mano ai privati”.

Così in una nota i gruppi Macerata Interno e Macerata Costa del Movimento 5 Stelle. “In politica non basta essere brave persone. Sulla questione acqua pubblica il nostro Re Parcaroli è nudo, o meglio è circondato da iene che stanno allargando, con prepotenza, quella che era una sparuta quanto folle minoranza. Lo abbiamo ascoltato in Consiglio comunale difendere con una veemenza condivisibile l’acqua pubblica. Oggi però ci troviamo ad assistere ad un mondo della politica intriso di interessi personali".

"Il Sindaco-Presidente della Provincia - continuano i gruppi M5S - ha presentato un progetto realizzabile nel tempo che ci rimane prima di andare a gara e cosa fanno i professionisti che lo circondano? Presentano un progetto che potrà essere realizzato in 2/3 anni pur essendo perfettamente consapevoli che tra 8 mesi si dovrà andare a gara. È quindi palese che sia stata avanzata solo per perdere tempo. Non è difficile identificare quali partiti stiano cercando di far diventare privata l’acqua - stigmatizzano - magari avvantaggiando aziende vicine al partito. Non è difficile neanche comprendere che tutto ciò non ha niente a che fare col bene comune. Chi pagherà per questo teatrino indecoroso saranno i cittadini del nostro comprensorio, che hanno la fortuna di avere un’acqua eccellente, ma la sfortuna di avere taluni amministratori senza dignità”.

Poi la stoccata: “Un Sindaco-Presidente che si rispetti dovrebbe tutelare i cittadini e quindi battere i pugni, e non permettere che si creino ostacoli d’ogni sorta per favorire qualche privato amico, tradendo così la volontà popolare già espressa con un referendum. Certe proposte - concludono - ce le saremmo aspettate dal Conte Mascetti, in un film comico, di certo non nella attuale situazione e questi sindaci dovranno prima rendere conto del loro comportamento. Da parte nostra, ci premureremo di citare pubblicamente nomi e cognomi dei responsabili che voteranno la proposta che farà scadere i termini”.


   

da Movimento 5 stelle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2024 alle 14:01 sul giornale del 30 marzo 2024 - 28 letture

In questo articolo si parla di politica, acqua, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eWmZ





logoEV
qrcode