contatore accessi free

Passaggio di testimone alla guida provinciale dei Giovani Democratici di Macerata

4' di lettura 07/05/2024 - Si è svolto con partecipazione e voglia di rinnovato attivismo il congresso dei Giovani Democratici della Federazione provinciale di Macerata lo scorso sabato, dove il Segretario uscente e dimissionario Marco Belardinelli ha passato il testimone a Irene Pietrella, giovane lavoratrice di 23 anni residente a Montefano, che per i prossimi tre anni avrà la guida dell’organizzazione sul livello federale.

Presenti ragazze e ragazzi da tutta la provincia per il congresso dell’organizzazione giovanile politica e autonoma dei Giovani Democratici (GD), che coinvolge fino ai 30 anni di età volenterosi e attivisti che vogliono formarsi e crescere in temi di natura sociale e politica, studio e lavoro in primis, ma anche un accento importantissimo sui temi ambientali e attenzione a diritti sociali e tutela delle categorie più deboli.

Belardinelli, 28 anni, guidava la Federazione dal novembre 2021 e il suo mandato di segreteria sarebbe scaduto a fine anno, ma per impegni lavorativi e personali ha deciso di lasciare il testimone ad una figura nuova e unitaria. Durante la pandemia da Covid 19 la Federazione era composta dai soli due circoli di Civitanova Marche e Camerino, e l’interesse scarso delle nuove generazioni verso tematiche di volontariato e attivismo politico non ha favorito la partecipazione con le restrizioni pandemiche. L’impegno del Segretario si è concentrato in questi anni soprattutto nel rifondare due circoli a Tolentino e per ultimo a Macerata, e in realtà questi 4 circoli sono oggi solo un riferimento formale in quanto i diversi ragazze e ragazzi sono universitari fuorisede (UniMc e UniCam) o provengono in maggioranza da tanti altri comuni della provincia: Potenza Picena, Montecassiano, Montefano, Urbisaglia, Appignano, Recanati e Sant’Angelo in Pontano. «Il momento politico non era e non è semplice. In Italia e in Europa il conservatorismo ha il vento a favore, - sottolinea Belardinelli - ma la nostra formazione e il nostro servizio sono fondamentali per lottare per un’economia dove i giovani possono investire su loro stessi, pensare di lavorare nella giusta tutela, trovare una casa, aiutare le proprie comunità, soprattutto quelle delle aree interne e un domani costruire una famiglia. Lo studio e la sanità sono primari, devono essere pubblici in quanto ciascuno deve avere la possibilità di una stessa linea di partenza. Noi dobbiamo credere che aiutando il più debole né guadagna tutta la società e lo devono credere anche il Paese e l’Europa».

Tra le iniziative ricordate nel recente passato anche l’aiuto per le Feste dell’unità provinciali nel 2023 con tavole rotonde sul lavoro giovanile e su come entrare in questo mondo, e poi il tema dell’acqua e della rete idrica provinciale che a tutt’oggi non è risolto dalle forze amministrative di questo territorio, ma anche le problematiche connesse alla ricostruzione post sisma 2016 e la possibilità di reinsediare le aree interne e implementarne i servizi non solo essenziali. «La nostra provincia, - continua Belardinelli - secondo dati dello scorso anno di Sole 24 ore, Unioncamere e dalla Cna locale è la peggiore per le imprese giovanili con titolari o soci under 35; registra uno dei cali maggiori da ormai un quinquennio. Abbiamo due atenei importantissimi, un territorio bello e di valore e molte potenzialità. Le amministrazioni devono fare la loro parte. Noi GD dobbiamo formarci per cambiare le cose oggi e domani, per questo sono molto contento che l’arrivo di tante nuove energie possa darci un nuovo slancio e di lasciare questo ruolo proprio a Irene che con l’aiuto di tutti saprà fare bene, sempre con il sorriso, la tenacia e la voglia di ascoltare e tendere una mano».

Anche la Segretaria regionale dei GD Marche, Chiara Croce in collegamento ha lasciato un saluto: «Felicissima di accogliere Irene come nuova Segretaria per la provincia di Macerata, dove Marco e altri hanno fatto un buon lavoro con passione, saggezza e sacrificio. Un ringraziamento a lui e una rinnovata promessa di impegno con la Federazione. In questi anni non tutto è stato semplice ma noi GD, come dimostra il maceratese abbiamo resistito a tante sfide e dobbiamo comprendere che se non ci fossimo stati in certi momenti non sarebbe rimasto nessuno a difendere alcuni valori. Siamo uno dei baluardi a difesa degli ideali della democrazia. Ora la sfida delle amministrative dove spero che tanti di noi accoglieranno la volontà e l’interesse di diventare se non oggi, domani, dei giovani e competenti amministratori. Parallelamente le europee sono una sfida in cui l’Unione dovrà vincere e magari unirsi davvero, con il nostro aiuto per le liste del Partito Democratico».

Anche la neo Segretaria Pietrella ha ringraziato Belardinelli per la fiducia nei suoi confronti e l’impegno. Prossimo appuntamento sarà mercoledì 8 maggio alle 18,30 alla biblioteca comunale Mozzi Borgetti a Macerata con l’iniziativa pubblica “UEdventure - educational meeting sull’Unione europea” in cui si ripasserà il funzionamento degli organismi europei e a seguire un aperitivo insieme.


   

da Giovani Democratici






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2024 alle 13:04 sul giornale del 08 maggio 2024 - 54 letture

In questo articolo si parla di politica, giovani democratici, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/e2VL





logoEV
logoEV
qrcode